Col Sole che entra in Sagittario arriva nuovo slancio vitale. Altri pianeti, però, vi corrucciano e vi preoccupano. Ancora vistosi sbalzi d’umore.
Venere e Marte vi impegnano in un riordino generale della vostra vita, soprattutto alimentare. Mercurio opposto tiene la vostra mente ferma su un punto oscuro.
Lo stress procurato dalla posizione di Marte sta per finire, ma ne avete ancora per qualche giorno. Vi si oppone il Sole e qualcuno può cercare di imporvi i suoi principi morali.
Giove nel vostro segno vi porta a spendere gran parte delle vostre energie nella vita familiare: dovete cercare di far luce in problemi poco chiari.
I diversi pianeti ancora in Scorpione continuano a punzecchiarvi, ci sono trame alle vostre spalle, ma questo Sole vi rinvigorisce e siete di nuovo pienamente visibili.
I pianeti continuano a vedervi di buon occhio: Marte vi dà la grinta per portare a termine un obiettivo prefissato. Giove vi dà modo di mostrare anche lati di voi più dolci.
Il cielo vi pone problemi, specialmente nei rapporti umani, in cui di norma eccellete. Dovete impegnarvi più a fondo, perché il vostro sorriso, per quanto suadente, può non bastare.
I pianeti sono congeniali al vostro segno: potete catturare prede di vario genere, risolvere misteri intricati, mirare in alto nella sfera sentimentale.
Il Sole entra nel vostro segno e fa splendere i vostri colori. Lilith, accanto a Giove, vi dà malinconia, nostalgia di casa. Marte restringe il vostro orizzonte d’azione.
La presenza di Venere nel vostro segno può suggerirvi che per arrivare lassù dove volete arrivare dolcezza e delicatezza possono non guastare, ma anzi esservi d’aiuto.
Da Mercurio e Saturno ancora scocciature, enigmi, nodi scorsoi. Tutte cose su cui dovete usare la massima concentrazione.
Mercurio e Giove vi consentono un dialogo profondo e soddisfacente con soggetti affini. Resta l’opposizione di Marte a martellarvi nella vita quotidiana.
(Visited 70 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Enrico Ghetti

Nato a Firenze nel marzo 1971, degli anni della formazione ciò che ricorda più volentieri è il Liceo Classico Galileo, dove ha avuto modo di conoscere molti dei suoi amici più cari, più stimolanti e più originali con cui ha coltivato negli anni varie passioni artistiche: la sua soddisfazione più grande ad oggi è stata recitare come attore protagonista in DepressOne, un paradossale spot per un farmaco prodepressivo; gli piace molto anche fare musica (suona la chitarra); verso i trent’anni ha incontrato l’astrologia e ne è rimasto profondamente affascinato. Negli ultimi anni ha scoperto che scrivendo può comunicare molto di più che parlando; comunque, se opportunamente stimolato, parla pure e, talvolta, anche di sua iniziativa.