Come ogni anno questa notte, la notte di San Lorenzo, molti di noi alzeranno gli occhi al cielo speranzosi di cogliere al volo una stella cadente. E come per magia nella nostra mente riaffiorerà la filastrocca che abbiamo imparato da bambini “Stella, mia bella stella, desidero che…”

Il periodo ideale per vedere questo evento celeste è dal 5 al 12/13 agosto, nuvole permettendo.

Cantine, comuni e proloco, in questi giorni si sono date appuntamento per organizzare eventi e soprattutto momenti enogastronomici, come Calici sotto le Stelle, Calici di Stelle, e così via.
Buona scusa per goderci scorci suggestivi del nostro territorio, illuminati dalla luna piena. Infatti oggi è il plenilunio di Agosto, sempre nuvole permettendo.
Certo, se partecipate a questi eventi, il divertimento è assicurato, forse meno il fatto che con molta illuminazione intorno sarà abbastanza difficile vedere le stelle cadenti.

Se davvero le volete vedere, credo che la cosa più saggia sia prendere la macchina e allontanarsi il più possibile dalle luci della città. Lasciatevi alle spalle Monte Morello, la Roveta, l’Incontro o il Monte Giovi, inoltratevi nella campagna fiorentina, meglio se in compagnia dei figli o di amici, e soprattutto con la voglia di osservare questo magnifico evento celeste. Organizzatevi, portando con voi una buona bottiglia di vino, un bicchiere a testa sarà sufficiente! Con in mano un calice di vino, nell’altra un pezzo di pecorino, una fetta di salame, una salsiccia di cinghiale, una fetta di crostata fatta da voi, gli amici accanto, la battuta pronta, un cielo meraviglioso, una luna splendente, ne uscirà una serata speciale …… “Stella, mia bella stella, desidero che…”
Buon San Lorenzo a TUTTI.

Imbrunire su i filari di viti

Imbrunire su i filari di viti

(Visited 138 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Stefano Poli

Nato a Prato, ma vivo a Firenze da sempre. Sommelier dal 1986, amante del buon cibo ed estimatore del buon vino. Viaggiatore singolare, proiettato alla scoperta di nuovi sapori, usanze e costumi diversi. Un piccolo aneddoto che mi riguarda: la soddisfazione di “aver pestato i piedi a Steven Spilberg durante un ricevimento a cui ero presente, come sommelier. Volete sapere qual è stata la sua reazione? Molto elegantemente, si è complimentato con me per la scelta dei vini.