DSC_0304“Franci, la bici!!”.
“Mammaaaaaa, la biciiii”.
“È ttato un llllado”.
“Ma di cosa state parlando?!”.
“Sì, Franci: ci hanno rubato la bici!”.
“No, scusa: MI hanno rubato la bici”.
“E‘ i’ mio seggiolino didietlo alla bici?”.
“Hanno rubato anche quello, Giò!”.
“Oh noooo”.
E invece sì! E quella sensazione spiacevole di… boh, di “niente”! E non saper come tornare a casa. Cioè, lo so: torno a piedi!
“Uffa, ma io tono ttanco!”
E con lui in collo.
E mentre cammino penso. Che faccio, ne compro un’altra? Ma forse posso farne anche a meno. Che in fondo pedalare è faticoso, che lavoro e studio un po’ troppo lontano per poter fare anda e rianda in bici, che in effetti mi muovo sempre un po’ troppo carica, per poter usare le due ruote. E mentre penso immagino. Anzi: me la immagino. Due belle ruote grandi, un manubrio alto e largo, magari con i freni a pedali (magari!). Un cestino di vimini davanti e due belle sacche dietro.
“Come quella dell’Olanda, mamma?!”.
“Come scusa?”.
“La tua bici nuova. La plendiamo come quella dell’Olanda con ‘i caggo!!!!”.
“Mmm, mi sa che la bici cargo qui non si troverebbe. Però….”.
Però quella bella bici che mi sono immaginata, io l’ho trovata. E l’ho provata: su e giù per i corridoi di Decathlon. Sotto gli occhi divertiti dei miei tre (più uno che era il commesso). E l’ho comprata! E dunque sì: se in questi ultimi giorni è piovuto come non mai, è stato perché io avevo comprato la bici nuova. E un nuovo seggiolino per lui piccino. Non è cargo e gli mancano ancora il cestino e un campanello a modo però… Insomma, son quasi pronta. E può ricominciare a piovere, tanto io ho la bici olandese!!

(Visited 110 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Francesca Falagiani

Fiorentina d’importazione. Sono mamma – a tempo quasi pieno – di tre piccirulli. La mia vita è piena e rumorosa. Un po’ un caos! Dicono di me che sono una persona solare e positiva. Sicuramente: sorrido, spesso. Sono laureata in Media e Giornalismo, sto studiando per diventare maestra. E cerco di barcamenarmi tra mille cose, come tutte le mamme. E poi c’è il mio blog SmartMommy (http://www.smartmommy.it/). Per raccontare tutto il bello dell’essere mamma. Il bello anche nella fatica, nell’esaurimento, nello sconforto. Che ci sono – è innegabile – ma sono una parte. Per raccontare che si può fare. E lo si può fare divertendosi.

TESTTTTTTTTT

Andata e ritorno

TESTTTTTTTTTT

E l’aula morbida?