Parnassus è un cane color nocciola, si, è vero, è anche un film di Terry Gilliam con Heath Ledger, ma in questo post è un cane, anche se sarebbe più logico fosse un film visto che è il post di una rubrica cinematografia ma è comunque un cane, fatevene una ragione. Parnassus se fosse stato un ragazzino sarebbe in affido ai servizi sociali invece scodinzola ogni mattina ai giardini del Barco e sembra il cane più felice del mondo, anche se non ha una famiglia e ha solo un banale pelo color nocciola. Il tizio che mi guarda osservarlo mentre aspetto il 30 mi dice che è un cane brutto e che sembra malato, la bambina accanto a lui lo tira per la manica è dice che invece è un bel cane. La signora dietro di noi dice che sembra cattivo e che sua sorella non va mai a trovarla perché dice che c’è una bestia che stacca le teste a morsi nei giardini del Barco. Ma Parnassus ogni mattina è lì che scodinzola è sembra felice.

Locke invece è un film, si, è vero, dal nome potrebbe essere un cane, ma in questo post è un film anche se sarebbe più logico che fosse un cane visto che stavo parlando proprio di un cane poco fa. Ma invece è un film, dura appena 85 minuti, e c’è solo un attore, Tom Hardy. Wikipedia dice che è un thriller/drammatico ma dalla trama non sembra perché in tutto il film c’è solo un tipo dentro una macchina che parla al telefono. Locke gira ogni sera al Flora in piazza Dalmazia. Probabilmente non girerà per molto quindi dovete sbrigarvi se volete vederlo. Un tizio appena uscito dal Flora mi squadra mentre sono lì che decido se entrare o no, poi guarda la sua ragazza e dice che Locke è un mattone incredibile, la sua ragazza lo guarda e secondo me non staranno ancora per molto insieme. Una tipa che sicuramente ha avuto lo sconto per gli anziani dice alla sua amica che era meglio andare alla tombola al 25 aprile. Un rasta dice al suo amico che Locke è il film più bello che abbia mai visto, ma l’amico sta già con la testa dentro il suo cellulare e non risponde. Un tipo cerca di vendermi una rosa senza riuscirci. Poi esce una ragazza che sembra uscita da un libro di Salinger e sta piangendo. Allora mi pento di non aver comprato la rosa. Qualcuno invece sta solo zitto.

Io allora penso a Parnassus e al fatto che se nella vita non ci fossero tipi controversi come lui capaci di suscitare sentimenti così contrastanti e su cui le persone non riescono a mettersi d’accordo il mondo sarebbe un posto peggiore. Così faccio il biglietto e entro.

Fonte foto: movieplayer.it

(Visited 84 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Michele Arena

Interessato a tutto ciò che è Indie, ma soprattutto alla musica e al cinema, lavora come Operatore sociale a Campi Bisenzio. Il suo sogno è tenere una lezione al DAMS su Notthing Hill.

TESTTTTTTTTT

Cieli viola

TESTTTTTTTTTT

Sulla pelle