Sono ancora a proporvi un piatto di pesce, ma questa ricetta è consigliata soprattutto a chi rimane in città.
Ho scelto il palombo proprio perché in città lo troviamo in tutti i supermercati e la ricetta che vi propongo è anche veloce da preparare.

Palombo su vellutata di fagioli borlotti:

Palombo 700g
Fagioli borlotti 400g
Aglio 2 spicchi
Farina 00 q.b
Limoni 1
Sale pepe olio extravergine  q.b.

La prima cosa che dobbiamo fare è mettere il palombo in un vassoio, condendolo con olio extravergine di oliva, sale, pepe e del succo di limone; copritelo con un panno e lasciatelo riposare per almeno un ora.

Nel frattempo preparate la vellutata di borlotti; per comodità ho usato dei borlotti precotti: frullateli e aggiustateli di sale e pepe.
Passata l’ora di macerazione, prendete il palombo e infarinatelo usando della farina 00.
Procedete prendendo una padella, metteteci un filo di olio evo e 2 spicchi d’aglio. Una volta rosolati, toglieteli. Aggiungete il palombo infarinato  e fatelo cuocere rigirandolo. Basteranno pochi minuti.

Andiamo a comporre il piatto: sul fondo mettete due cucchiai di vellutata di borlotti e sopra il palombo, infine un filo d’olio evo. Se volete servite accompagnando con delle patate lesse.

I borlotti ed il palombo si sposano bene in questa ricetta, la cremosità della vellutata si armonizza con il sapore del palombo, regalandoci un piatto delicato ed equilibrato tra i diversi sapori

Vi consiglio di abbinare al piatto un Soave DOC, dal profumo intenso e delicato, di medio corpo e armonico, asciutto e leggermente amarognolo.

Palombo in vellutata di borlotti

Palombo in vellutata di borlotti

(Visited 316 time, 3 visit today)
Share

Dicci la tua

Stefano Poli

Nato a Prato, ma vivo a Firenze da sempre. Sommelier dal 1986, amante del buon cibo ed estimatore del buon vino. Viaggiatore singolare, proiettato alla scoperta di nuovi sapori, usanze e costumi diversi. Un piccolo aneddoto che mi riguarda: la soddisfazione di “aver pestato i piedi a Steven Spilberg durante un ricevimento a cui ero presente, come sommelier. Volete sapere qual è stata la sua reazione? Molto elegantemente, si è complimentato con me per la scelta dei vini.