Pan diVino Caffè, via dei Servi 37, 39r

L’altra mattina sotto una pioggia monsonica mi dirigevo ghignante verso il Museo Archeologico e…sorpresa!
Senza avvertire nessuno e con un misero cartello di deviazione hanno chiuso via degli Alfani.
Vabbè, direte voi, §*°#£%&”)&%$£! pensavo io e ora la Vespa dove la metto?
Probabilmente Giove Pluvio mi deve aver sentito e dall’alto del fumoso Olimpo mi ha fatto materializzare davanti agli occhi un posto libero proprio in via dei Servi.
Scendo, allucchetto il motorino, impreco un po’ per uscire dalla selva di specchietti e bauletti assortiti e sempre più ringhiante mi viene in mente che devo ancora fare colazione.
Ma gli Dei quella mattina mi amano e non faccio in tempo a voltarmi che davanti a me si materializza un bel bar che non avevo mai visto.
Grondante di pioggia e di gratitudine entro da Pan diVino.
Là dove una volta c’era l’ennesimo negozio di cineserie oggi c’è l’ennesimo bar delle via, penso, e intanto do uno sguardo alla vetrina delle paste e la cosa si fa interessante.
Vedo belle sfoglie e brioche croccanti e ben farcite, oltre a interessanti tortine delle nonna e mini semolini.
Chiedo il mio solito strano cappuccino e, incredibile, lo azzeccano alla prima e addirittura sopra mi disegnano un gatto sulla schiuma.
Mi giro per sedermi un attimo ad uno dei tavolini davanti al bancone e scorgo ben due giornali.
La giornata ha svoltato!
Il Pan diVino è un locale moderno con un bel bancone rivestito con vecchie mattonelle colorate, comodi sgabelli e alcuni tavolini di libero accesso. I ragazzi dietro il bancone sono molto gentili e sorridenti e ho notato, tornandoci, che hanno buona memoria per i nomi e le richieste dei clienti abituali e questo fa di Pan diVino un bel bar e non l’ennesimo.

Il prezzo: cappuccino+brioche 2,20€ anche seduti e questo è un record per piazza del Duomo
Il pezzo forte: ho sentito dire (ma non ho provato perché sono astemia) che qui facciano uno dei migliori spritz in città…aspetto conferme.

(Visited 687 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Carlotta Ansaldi

Frutto dell’unione tra San Niccolo’ e la Colonna, nata per il Capodanno fiorentino vivo in Oltrarno… piu’ fiorentina di me forse c’e’ solo la bistecca.
Amo tanto gli animali, i libri, i miei tanti studenti e il mio lavoro di Archeologa per bambini ma la mia vera grande passione sono cappuccino, pasta e cronaca di Firenze rigorosamente al bar!

TESTTTTTTTTT

I caffè DiPinti

TESTTTTTTTTTT

Il Bar Brune 2.0