In questo periodo dell’anno preferisco mangiare pane e pomodoro. Passati i giorni della Pasqua, in cui abbuffarsi è quasi d’obbligo, inizia il periodo delle diete. Dieta vegetariana, solo frutta, Ducan e così via. Molti si cimentano in questo “sport”, con risultati alterni. Io, ad esempio, dovrei praticare sempre questa disciplina sportiva, ma non ci riesco proprio.

Certo è che il bisogno di mangiare piatti più semplici e meno elaborati mi seduce.
Per questo motivo, pane e pomodoro, rappresenta il piatto che più mi attira, e io l’ho sempre mangiato così: pane toscano fresco, possibilmente filone da kilo. Il pomodoro, cuore di bue, grosso e irregolare, con buccia liscia e sottile. La buccia sottile lo rende adatto a sposarsi con la mollica del pane fresco, olio EVO, sale, pepe e basilico. Questa è la base del mio “Pane e pomodoro”.

Lavate il pomodoro, dividetelo a metà e strusciatelo bene sulla vostra fetta di pane, deve essere letteralmente spappolato,  dando modo alla mollica di assorbirne il più possibile. Se fosse poco, a parte spezzettatene un po’ e aggiungetelo a quello messo sopra la vostra bella fetta di pane.
Volendo, lo possiamo arricchire con l’aggiunta di pezzetti di formaggio grana, oppure mozzarella, in alternativa capperi e acciughe, altrimenti salsiccia sbriciolata e tutto ciò che la fantasia vi detta.
La freschezza del pane e pomodoro maturo, il suo condimento, lo rendono così speciale che non esiste merenda che lo possa uguagliare.

Per i bambini, abbinateci un bel bicchiere d’acqua fresca, mentre per gli adulti, un buon bicchiere di vino appena uscito dalla cantina, giovane tannico e leggermente brioso.

Buon appetito.

Pane e Pomodoro

(Visited 508 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Stefano Poli

Nato a Prato, ma vivo a Firenze da sempre. Sommelier dal 1986, amante del buon cibo ed estimatore del buon vino. Viaggiatore singolare, proiettato alla scoperta di nuovi sapori, usanze e costumi diversi. Un piccolo aneddoto che mi riguarda: la soddisfazione di “aver pestato i piedi a Steven Spilberg durante un ricevimento a cui ero presente, come sommelier. Volete sapere qual è stata la sua reazione? Molto elegantemente, si è complimentato con me per la scelta dei vini.