Passo!“Bimbi stamani…..”
….
“Si va a cccuola?!”.
“No, Gio!!! Il 7 gennaio”.
“Ahhh”.
“Dicevo: stamani si va a far la spesa!”.
“Nooooooo”.
“Lo so!”.
“Uffaaaa”.
“Lo so!”.
“Ma io…..”.
“Lo sa, Tommiiiiiiii”.
“Pozzo pottare lo uolkitolki?”.
“Ok, andiamo!”.
E ritrovarsi nella marea dell’iper coop. Che non è più iper ma è rimasta marea. Specie se ci vai durante le feste! A scansar vecchiette e carrelli e passeggini.
“Mamma spingo io!”.
“Ok, ma…..”.
“Mamma sparo io!”.
“Col prestospesa? Va bene però….”.
“E io che faccio uffaaaaa”.
E poi realizzare che, a parte le solite vecchiette e le solite mamme infuriate, tra i banchi e gli scaffali si aggirano gruppetti di ragazze e ragazzotti.
Vagano. E ogni tanto gli scappa detto pure qualcosa:
“Ragazzi ma un contorno?”.
“Che?!?”.
“Cioè, dico: dovremo pensare anche ad un contorno! Cioè, dico: mica per me eh?!! Cioè, dico: dovremmo pensare anche agli altri….”.
Tentando di far una spesa per la loro festa dell’ultimo dell’anno.
E poi dal nostro carrello arriva una vocina elettrica:
“Tommi, Tommi, mi senti? Passo! Dove sei, passo?”.
“Sono qui! Passo?”.
“Qui doveeeee? Passo!”.
“Quiiiiiii, con mamma! Che sta cercando di prendere la ricotta ma ci sono questi ragazzotti che sono qui che non si muovono!!!”.
……..
“Pietro!!!!!!!!!!”.
……..
“Che?! Passo!”.
“C’hanno migliaia di salsicce e würstel!”.
“Wow! Passo!”.
“E un monte di birre!”.
“Wow! Passo!”.
“Ma niente succhiiiii….”.
“Perché sono ragazzotti, Tommmi!!! Passo!”.
E passo anch’io, finalmente. E prendo ‘sta benedetta ricotta. E pure qualche succo. Chè noi ancora ragazzotti per casa non ne abbiamo.
E ripenso a loro, ora, mentre preparo la cena di stasera. A quei ragazzotti. Al loro cenone. E ai miei tre che continuano a parlarsi con lo walkie talkie pure a venti centimetri di distanza.
A loro. A noi. A voi: Auguri!!
Passo!

(Visited 119 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Francesca Falagiani

Fiorentina d’importazione. Sono mamma – a tempo quasi pieno – di tre piccirulli. La mia vita è piena e rumorosa. Un po’ un caos! Dicono di me che sono una persona solare e positiva. Sicuramente: sorrido, spesso. Sono laureata in Media e Giornalismo, sto studiando per diventare maestra. E cerco di barcamenarmi tra mille cose, come tutte le mamme. E poi c’è il mio blog SmartMommy (http://www.smartmommy.it/). Per raccontare tutto il bello dell’essere mamma. Il bello anche nella fatica, nell’esaurimento, nello sconforto. Che ci sono – è innegabile – ma sono una parte. Per raccontare che si può fare. E lo si può fare divertendosi.