Patate-carote-1024x768

In qualsiasi modo la si mangi, fritta, bollita, al forno, a spicchi, a tocchi, a purea, la patata è sempre presente sulle nostre tavole. Piace a grandi,  a bambini, a uomini e donne.

Una delle suo caratteristiche che ne ha permesso la grande diffusione, consiste nella lunga conservazione della patata dopo la raccolta. Arrivata in Europa grazie agli spagnoli intorno al 1570, epoca nella quale risultava molto difficile conservare gli alimenti per molto tempo, la sua notevole capacità di conservazione la rese subito appetibile commercialmente.

La ricetta di oggi è semplicissima e vi proporrò delle semplici patate e carote lessate, poi ripassate in padella. In cucina può succedere che delle patate lesse avanzate si ripassino in padella con aglio e ramerino, per renderle più appetibili.

Ma al posto dell’aglio e ramerino vi proporrò cannella, chiodi di garofano e curcuma.

spezie-150x150

Ingredienti:
Patate 3
Carote 3
Chiodi di garofano 12
Cannella 2 pezzetti
Curcuma abbondante
Olio EVO qb
Sale qb

Mettete a cuocere le patate intere e con la buccia in una pentola con abbondante acqua. Controllate la cottura e quando saranno quasi cotte toglietele dal fuoco e scolatele. Lasciatele raffreddare, quindi togliete la buccia e tagliatele a tocchetti.

Lo stesso vale per le carote; pulitele e mettetele in una casseruola con abbondante acqua. Quando saranno quasi cotte toglietele, scolatele, lasciate raffreddare e tagliatele a rondelle.

Prendete una padella metteteci dell’olio EVO,  i chiodi di garofano, la cannella e fate soffriggere per un paio di minuti. Versateci i tocchi di patate e le rondelle di carote, fate insaporire e finite di cuocerle. Quasi a fine cottura aggiungete una abbondante spolverata di curcuma per amalgamare il rosso delle carote col bianco delle patate.

Per il sale vi consiglio di assaggiare alla fine perché la speziatura che abbiamo usato potrebbe già rendere saporito il piatto.

Vino un novello veneto.

Buon appetito e… fatemi sapere se questa particolare speziatura vi ha convinto, personalmente l’ho trovata molto gustosa e accattivante.

Piatto
(Visited 1.099 time, 3 visit today)
Share

Dicci la tua

Stefano Poli

Nato a Prato, ma vivo a Firenze da sempre. Sommelier dal 1986, amante del buon cibo ed estimatore del buon vino. Viaggiatore singolare, proiettato alla scoperta di nuovi sapori, usanze e costumi diversi. Un piccolo aneddoto che mi riguarda: la soddisfazione di “aver pestato i piedi a Steven Spilberg durante un ricevimento a cui ero presente, come sommelier. Volete sapere qual è stata la sua reazione? Molto elegantemente, si è complimentato con me per la scelta dei vini.