Da sabato 11 a lunedì 13 marzo prossimi, negli spazi della Stazione Leopolda, prende il via la 12esima edizione di PITTI-TASTE. Il salone dedicato all’eccellenza del cibo e alla food culture internazionale è organizzato come di consueto da Pitti Immagine. Quest’anno la kermesse dedica un focus particolare al caffè, simbolo di aggregazione di identità culturale e al tempo stesso diversità.

Negli anni Taste si è conquistata il ruolo di “agorà” per il mondo dell’enogastronomia italiana di nicchia e di qualità. Lo dimostra l’aumento delle aziende partecipanti, che saranno oltre 380 (80 sono i nomi nuovi), con un incremento del 12% rispetto all’edizione di marzo 2016, quando i visitatori furono oltre 15.550 (di cui 5 mila buyer).

Oltre alla tradizionale location espositiva nella Stazione Leopolda, Taste si espande all’area Alcatraz della Stazione e al foyer del Teatro dell’Opera, coinvolgendo per la prima volta l’adiacente Piazzale Gae Aulenti, che ospiterà il Taste Shop per l’acquisto dei prodotti esposti.

HIPSTER COFFEE è il nome del tema celebrativo del caffè. In scena un intenso programma di eventi con mostre fotografiche, installazioni, presentazioni di libri, contest e talk, sbirciando nei diversi modi di assaporare una delle bevande tra le più bevute in Italia e oggi anche tra le più amate nel Mondo. Il tutto anche grazie alla speciale collaborazione con LA MARZOCCO, azienda toscana leader nella produzione di macchine da caffè.

Taste è molto di più di un mero salone. In programma ci sono infatti i numerosi eventi di FuoriDiTaste, il calendario off della rassegna che coinvolge la città dall’8 al 13 marzo.

Inoltre, sono da segnalare in fiera:

_TASTE TOUR viaggio alla scoperta e all’assaggio dei prodotti di oltre 370 aziende.

_TASTE RING, l’arena cultural-gastronomica moderata da Davide Paolini.

_TASTE EVENTS, non solo palcoscenico per i Ring, lo spazio al Teatro dell’Opera.

E poi molto altro ancora da scoprire. Ma per questo lasciatevi coinvolgere dai vostri sensi!

TASTE 2017

TASTE 2017

(Visited 714 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Stefano Poli

Nato a Prato, ma vivo a Firenze da sempre. Sommelier dal 1986, amante del buon cibo ed estimatore del buon vino. Viaggiatore singolare, proiettato alla scoperta di nuovi sapori, usanze e costumi diversi. Un piccolo aneddoto che mi riguarda: la soddisfazione di “aver pestato i piedi a Steven Spilberg durante un ricevimento a cui ero presente, come sommelier. Volete sapere qual è stata la sua reazione? Molto elegantemente, si è complimentato con me per la scelta dei vini.