Risolti i dubbi sulla trasmissione delle partite del massimo campionato italiano, al momento in streaming senza per ora alcun intervento della televisione di stato come era stato originalmente vociferato, e sulla utilità di spostare il suo inizio, inizia finalmente il Top12 2019/2020.

Novità di quest’anno l’adeguamento al test, ricordiamo, che sta proponendo World Rugby, ovvero la fantomatica regola 5/22 che modifica la conquista della touche in base da dove vinene calciata la palla, oltre ad alcune modifiche della regolamentazione delle ruck.
Poco è cambiato in campo per i Medicei che comunque si sono trovati ad affrontare una delle squadre che mirano alla conquista di questo campionato come partita d’esordio. Avendo, la squadra fiorentina, subito importanti modifiche nella sua rosa era facile aspettarsi un periodo di rodaggio ma in quel di Padova si è vista una squadra ben al di sotto della prestazione che ha dato nella prima giornata di Coppa Italia.

Tolti i primi 20 minuti di gioco, dove le due squadre si sono affrontate ad armi pari, il Petrarca Padova non ha avuto problemi nel gestire la partita andando a segnare per ben 7 volte e facendo ben sentire la fisicità del proprio gioco. A condire il tutto il gioco falloso, anche dei tutto neri, che ha fatto più volte alzare il cartellino giallo all’arbitro.
La reazione fiorentina è arrivata, purtroppo, troppo tardi, quando il Petrarca Padova ha allentato la presa dal collo dei Medicei con il risultato di due mete, rispettivamente di Greef e Newton, accompagnate da una ulteriore tecnica che ha portato il punteggio a un impietoso 45-19.

Lo sconfortato Pasquale Presutti, intervistato in merito, è stato molto severo sull’operato dei ragazzi da lui allenati assieme a Basson. Da salvare, forse, la forte reazione avuta nella seconda metà del secondo tempo anche se troppo tardiva. Inoltre i nuovi innesti stanno iniziando a farsi notare, Tuculet, ad esempio ha mostrato capacità e voglia di fare, inoltre l’esordiente Michelangelo Bientinesi è un ragazzo decisamente da tenere d’occhio.

Adesso è il momento di lavorare alla preparazione del prossimo impegno, sabato 26 ottobre, contro i campioni in carica il Calvisano sperando che le mura e il tifo di casa possano essere d’aiuto. La prima parte del campionato è particolarmente dura, i Medicei devono stringere i denti.

 

Materiale fotografico di Fotovale

(Visited 82 time, 3 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.