Cardiff Blues – Zebre

Iniziano a circolare le prime indiscrezioni sui sorteggi validi per i prossimi mondiali di rugby, ospitati in Francia nel 2023, dove vorrebbero l’Italia in terza fascia con Scozia Argentina e Fiji cosa che stenderebbe davanti agli Azzurri la possibilità sia di un girone di ferro contro le maggiori corrazzate sia una speranza (sempre l’ultima a morire) di un accesso ai quarti visto che le statistiche vogliono squadre più accessibili, come il Giappone a esempio, contro i nostri con una certa probabilità.

Con un occhio preoccupato puntato su quello che sarà il prossimo futuro dei ragazzi di Smith, andiamo a vedere cosa è successo la prima giornata del Pro14 2020/2021 iniziato appena 20 giorni dopo la fine del precedente torneo, concluso in maniera anomala, come tutti sappiamo, a causa della emergenza sanitaria.

Spetta alle italiane l’onore di aprire le danze e i primi sono le Zebre in casa dei Cardiff Blues. Imprecisi e indisciplinati i multicolor durano fatica a imporsi sugli avversari, nonostante il solito grande cuore che mettono in ogni partita, e non riescono a concretizzare il loro gioco. Ne approfittano i Gallesi che chiudono in cassaforte il risultato nonostante un disperato assalto italiano verso le linee gallesi quando in superiorità numerica per un cartellino giallo. Risultato 16-6 per i padroni di casa.

Situazione leggermente diversa per il Benetton Treviso, che ha recentemente confermato la sua presenza e collaborazione con la Nazionale fino al 2024, che ha tentato il sacco di Belfast visto che l’Ulster è da tempo un avversario nel mirino dei Leoni. Una vera e propria battaglia a suon di mete, 8 in tutta la partita, con la prima marcatura di Garbisi, ma i Leoni non riescono nell’impresa, gli Irlandesi sono troppo più cinici e di mestiere e la partita va a chiudersi per 35-24.

Tanto impegno e nessun risultato portato a casa, dicevamo. Le nostre franchigie, si sa, durano fatica a carburare nelle prime giornate di ogni torneo, cosa assodata succede tutti gli anni, ma la situazione non è propriamente negativa, anche se non esaltante, soprattutto nel caso del Treviso. Ulteriore lavoro e rinforzi sono necessari, principalmente in vista dei prossimi mondiali.

(Visited 33 time, 2 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.