Dal 24 aprile al 3 maggio prossimi, si svolge la 79^ edizione della “Mostra Internazionale dell’Artigianato”. La prima edizione, chiamata “Fiera dell’Artigianato”, si svolse nel 1931; era stata sostenuta dagli artigiani fiorentini che, negli anni 1923/1926, si erano organizzati e avevano dato vita alla mostra mercato “Fiera di Firenze”.

Si interruppe negli anni 1941/1946, per il conflitto della 2 guerra mondiale, riprendendo nel 1947. Questa manifestazione, ha segnato una tappa importante alla sua nascita ed è diventata un appuntamento di eccellenza, oggi.  Ovviamente, cambiando e adattandosi alle nuove esigenze della società moderna.

Alla mostra, sarà anche presente “Qualita”, sottotitolo “Un progetto dedicato all’eccellenza enogastronomica delle piccole produzioni” di cui vi ho parlato in un post precedente.

La loro partecipazione a questo importante evento, ci permetterà di conoscere meglio ciò che lo caratterizza. Infatti, è previsto uno spazio dedicato a particolari produttori, che racconteranno e offriranno in degustazione al pubblico, i propri prodotti.

Fra le altre cose, come riportato nel loro comunicato stampa, organizzeranno anche un “live cooking show”, nello spazio targato Le Delizie di Leonardo Romanelli. Tutti i giorni, dalle ore 11 alle 14, l’eclettico critico enogastronomico condurrà vere e proprie lezioni di cucina realizzate da chef di grande talento che intratterranno il pubblico con la preparazione di golose ricette ispirate ai valori dell’Expo. Tra i nomi noti della ristorazione Toscana figurano Italo Bassi e Riccardo Monco dell’Enoteca Pinchiorri, Simone Cipriani del Santo Graal, Paolo Gori della Trattoria Da Burde, Matia Barciulli dell’Osteria di Passignano e ancora Filippo Saporito de La Leggenda dei Frati, Alessandro Zanieri, chef del ristorante e wine bar Dei Frescobaldi e molti altri.

Grande spazio sarà riservato anche a coloro che fanno tendenza sul web, con una selezione di Food blogger italiani, a cominciare da Lorenzo Noccioli di Pop Eating per finire a Rosa Celeghin di Cose fatte in casa. È previsto anche un doppio contest sui prodotti tipici, lanciato on line, in cui tutti gli amanti della cucina saranno invitati a cimentarsi in due prove: la migliore zuppa inglese e la frittata perfetta, che saranno giudicate da un pool di esperti rispettivamente, il 25 aprile (ieri) e il 1 maggio alle ore 20.30.

Ma non finisce qui, tante le degustazioni in programma di vari prodotti: dal vino all’olio, dalla pasta ai biscotti, dal te al caffè. E sull’onda dell’attualità, dove il vegetariano e il vegano sono protagonisti, non potevano mancare appuntamenti, educational e assaggi dedicati al biologico.

Mi è sembrato opportuno portarvi a conoscenza di questa iniziativa perché conoscere, assaggiare, sperimentare ci può rendere la vita più sana, e più divertente. Vi invito, pertanto, a provare i loro prodotti e se volte li potremo commentare insieme.

La mia email è stefano.pol@gmail.com

 

Qualita

Qualita

(Visited 198 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Stefano Poli

Nato a Prato, ma vivo a Firenze da sempre. Sommelier dal 1986, amante del buon cibo ed estimatore del buon vino. Viaggiatore singolare, proiettato alla scoperta di nuovi sapori, usanze e costumi diversi. Un piccolo aneddoto che mi riguarda: la soddisfazione di “aver pestato i piedi a Steven Spilberg durante un ricevimento a cui ero presente, come sommelier. Volete sapere qual è stata la sua reazione? Molto elegantemente, si è complimentato con me per la scelta dei vini.