bacio-perugina_650x447Per molti della mia generazione la festa di San Valentino, appena passata, è stata sempre associata ai cioccolatini e più precisamente ai “Baci® Perugina®”, facendo sospettare anche che questa ricorrenza fosse stata “ideata“ proprio da questa famosa azienda dolciaria.

Ma sembra che non sia cosi, infatti fu istituita da papa Gelasio I nel 496.

È indubbio che cioccolato ed emozioni siano legati indissolubilmente. Come è indubbio il legame che unisce la festa di San Valentino al regalare i Baci® Perugina® o comunque del cioccolato.

Bisogna sapere che i baci Perugina® furono ideati da Luisa Spagnoli, “impastando la granella di nocciola, aggiungendo una nocciola intera e ricoprendola con dell’inconfondibile cioccolato”.

Dalla loro forma presero il primo nome, che fu “cazzotto”, ma il nominativo attuale fu dato da Giovanni Buitoni che, come lui stesso racconta: “Come avrebbe potuto un cliente entrare in un negozio e chiedere, magari ad una graziosa venditrice, Per favore, un cazzotto?”, attribuendogli così la denominazione di “Baci® Perugina®”. Vi rimando al sito della Perugina per leggere più dettagliatamente la storia https://www.baciperugina.it/storia/.

Se vi chiedete se sto pubblicizzando i Baci, vi sbagliate; il mio intento e farvi ragionare sul cioccolato e sulle sue implicazione con la festa degli innamorati, e che comunque il primo bacio si chiamasse “cazzotto” secondo me è significativo.

Quando ci innamoriamo è come se prendessimo un “cazzotto” alla stomaco, questo ci fa cambiare visuale della nostra vita, tutto appare in modo diverso, tutto viene sfumato, dandone un sapore più dolce e delicato.

Questo accade anche quando si mangia della cioccolata, tutto si attenua, rendendo per un momento il mondo un luogo migliore.

C’è anche l’altra faccia della medaglia: nel momento stesso in cui l’innamoramento svanisce, i “crampi “ al ventre ci prendono improvvisamente ed è anche quello che accade  dopo che abbiamo fatto un’abbuffata di cioccolato.

L’unico consiglio che come enogastronomo posso darvi è di farne buon uso.

Per concludere vi voglio ricordare che dal 12 al 21 febbraio c’è la Fiera del cioccolato artigianale a Firenze

http://www.fieradelcioccolato.it/

Buona degustazione!

(Visited 383 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Stefano Poli

Nato a Prato, ma vivo a Firenze da sempre. Sommelier dal 1986, amante del buon cibo ed estimatore del buon vino. Viaggiatore singolare, proiettato alla scoperta di nuovi sapori, usanze e costumi diversi. Un piccolo aneddoto che mi riguarda: la soddisfazione di “aver pestato i piedi a Steven Spilberg durante un ricevimento a cui ero presente, come sommelier. Volete sapere qual è stata la sua reazione? Molto elegantemente, si è complimentato con me per la scelta dei vini.