Croce e delizia del rugby moderno sono i calci piazzati. Diventati sempre più una componente fondamentale del gioco, relativamente facile modo per allungare o recuperare un divario di punteggio fino a estremi come il tanto chiacchierato calcio dell’irlandese Sexton da 45 metri, a tempo scaduto, dopo una infinita serie di pick and go, che ha portato la vittoria della sua nazionale contro la Francia nell’ultimo Sei Nazioni.
Fatto sta che tali azioni possono capovolgere l’andamento di una partita all’ultimo secondo, andando, in altre parole, a stravolgere il concetto del gioco del rugby. Molti addetti ai lavori stanno già affrontando la questione: cosa sta diventando il rugby?

Calci piazzati croce e delizia anche delle squadre italiane che nello scorso fine settimana, nelle competizioni europee, ci hanno fatto letteralmente sudare freddo.
Partiamo dal Benetton Treviso che del gioco al piede ha un andamento altalenante. Un ultimo calcio piazzato di Allan sbagliato non ha permesso ai Leoni di trionfare nella seconda giornata di Challenge Cup contro un agguerrito Agen. Gioco al piede, comunque, non eccezionale dei Trevigiani che hanno faticato in una partita tranquillamente a portata e cedono il campo per 20-19.

Un calcio piazzato ha permesso invece alle Zebre rugby di tornare alla vittoria casalinga e prima nel torneo europeo,  contro il difficile scoglio dei Bristol Bears. Partita combattuta che è arrivata al culmine con un calcio piazzato di Carlo Canna, guardacaso, al 40° del secondo tempo.
Manco a dirlo una vera e propria battaglia si è vista in casa della franchigia italiana che stavolta non si è fatta mettere sotto dai neo eletti in Premer League forti di una impressionante campagna acquisti, tra cui alcuni ex All Blacks. Punteggio finale 20-17!

Vanendo alla Continental Shield va assolutamente citata la vittoria fuori casa del Petrarca contro il Belgium Rugby Barbarians per 12-31 mentre il Calvisano sconfigge le Fiamme Oro per 35-20.

Il prossimo fine settimana torneremo ai normali tornei, o campionati. La prossima giornata di coppe sarà l’8 dicembre

 

(Visited 54 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.