HBD“No ma dico: sei sicura di quello che stai dicendo?”.
“Sì!”
“Hai davvero un’idea di cosa sarà?”.
“…. Sì?”.
“Ti distruggeranno la casa!”.
“Ma nooo”.
…..
“E invece sì?!”.
“Beh….”.
“Ok, sì! La smonteranno! E vorrà dire che poi la rimonteremo”.
Allora mi organizzo: togliamo dal salotto il basso, la chitarra, la poltroncina inutile, le sedie di troppo, togliamo la scrivania dallo studio – e poi la rimetteremo al suo posto a festa finita. Apparecchiamo la tavola: panini, popocorn, pizze, succhi.
“Dai bimbi, mettetevi il vostro costume da carnevale che sono quasi le quattro e mezzo e tra poco…”.
“Oddio, mamma: era il campanello?”:
“Sì! Sono arrivati!”.
E tempo dieci minuti una quindicina di seienni urlanti, vestiti in maschera e con una voglia matta di divertirsi, festeggiare e stare insieme ha invaso casa nostra.
Sì: i compleanni di Pietro e Tommaso li abbiamo festeggiati in casa. Alla faccia di tutti i posti più o meno di moda, più o meno carini o più o meno dispendiosi che ci sono in giro per Firenze e dintorni, loro hanno scelto casa! Per il secondo anno di fila. E li ho visti divertirsi, agitati, sudati, emozionati, frastornati. Ho visto gli occhi di Pietro illuminarsi, di fronte a quella torta meravigliosa che Lorenzo ha preparato per lui. Giovanni esterrefatto, di fronte a quel piccolo esercito di invasori festosi. E Tommaso felice e basta. A godersi ogni istante della sua festa. E lui non lo sa, ma io sto imparando da lui. A ruoli ribaltati, mi sta insegnando la leggerezza, la meraviglia, la gioia pura e semplice. E i regali più belli, per i loro sei anni, li hanno fatti loro a me.

(Visited 112 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Francesca Falagiani

Fiorentina d’importazione. Sono mamma – a tempo quasi pieno – di tre piccirulli. La mia vita è piena e rumorosa. Un po’ un caos! Dicono di me che sono una persona solare e positiva. Sicuramente: sorrido, spesso. Sono laureata in Media e Giornalismo, sto studiando per diventare maestra. E cerco di barcamenarmi tra mille cose, come tutte le mamme. E poi c’è il mio blog SmartMommy (http://www.smartmommy.it/). Per raccontare tutto il bello dell’essere mamma. Il bello anche nella fatica, nell’esaurimento, nello sconforto. Che ci sono – è innegabile – ma sono una parte. Per raccontare che si può fare. E lo si può fare divertendosi.

TESTTTTTTTTT

Alla fine

TESTTTTTTTTTT

Marcovaldo