rugbyeliadi2016Anche nel 2016 non può essere saltato l’appuntamento con le Rugbyeliadi, giornata dedicata dai gregari del Firenze Rugby 1931 al rugby giocato dai più piccoli.
Ho avuto l’occasione di parlarne con Francesco Gramegna, “eminenza grigia” dietro a questo evento, ed ho potuto finalmente approfondire questo argomento.

Ne è venuto fuori che, anche se leggermente adombrato dal progetto “I Medicei”,  il Firenze Rugby non smette di voler essere presente nel tessuto cittadino e lo fa, giustamente, partendo dai più piccoli. Con l’aiuto di Marco Borri la società è riuscita ad entrare in pianta stabile  nella ormai prestigiosa iniziativa delle “Piaggeliadi” arrivata addirittura alla ventunesima edizione, che poi altro non è che la possibilità per i piccoli studenti fiorentini e dintorni di provare vari sporti e al Lodigiani, guarda caso, il rugby.
Molte infatti le scuole coinvolte nel progetto (tra cui il liceo Victor Hugo, le elementari La Pira, Boccaccio e Collodi) che con l’ausilio degli insegnanti stanno ottenendo risultati pregevoli! Alcune giocatrici sono state anche chiamate nella selezione Toscana Femminile.
Tutti questi istituti, nella giornata del 9 aprile, verranno chiamati a partecipare ad una gara decisamente particolare. Essendo le Rugbyliadi puramente ludiche, le scuole gareggeranno tra loro per numero di partecipanti. Chi porta più giocatori avrà più punti. In sostanza la squadra più numerosa si aggiudicherà le Rugbyliadi 2016.
La giornata si svolgerà poi con un normalissimo allenamento, senza contatto, con partitella finale.
Novità di quest’anno, in parallelo alle Rugbyeliadi, un open che permetterà anche ai bambini che non sono riusciti ad entrare nei progetti delle scuole di cui sopra di provare questo sport.

Giusto una riflessione. Ma se iniziative del genere venissero organizzate anche dalla Federazione Italiana Rugby su tutto il territorio italiano (logicamente le varie squadre faranno la loro parte, nel loro piccolo), non avremmo forse un vivaio degno di questo nome?

(Visited 108 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.