Firenze come ogni moderna città è in continuo cambiamento e quella che fino a pochi anni fa era considerata campagna adesso è un tranquillo quartiere nel verde a pochi passi dal centro.
Così come cambia la città, cambiano le abitudini di vita e quello che fino a ieri sembrava impossibile oggi appare, invece, la scelta migliore.
3Come hanno fatto alla storica Pasticceria Ruggini, che dopo quasi 100 anni in via de’ Neri, hanno deciso di chiudere, abbandonare un quartiere così trasformato da non rappresentarli più e trasferirsi in piazza del Galluzzo.
Forse vi ricorderete con che rammarico vi dissi a gennaio del 2014 che Ruggini aveva chiuso e con lui una lunga tradizione di alta pasticceria fiorentina.
Beh oggi vi do una lieta novella di Pasqua: Ruggini è tornato!
2Il locale al Galluzzo è molto ampio, ben illuminato e arredato con elegante gusto moderno forse quasi a sottolineare di più il cambiamento.
Ma per quanto riguarda la qualità dei loro dolci nulla è mutato rispetto all’antica pasticceria.
Per colazione vi aspetta una vasta varietà di brioche e sfoglie così come le loro famose paste della domenica che vi fanno l’occhiolino dal fondo del bancone.
Pasqua, tempo di colombe ma soprattutto uova fatte rigorosamente a mano da loro e incartate “ignude” come una volta ma con una superficie marmorizzata che attira l’attenzione.
Se vi capita di passare per pranzo potete anche sedervi e godervi un primo espresso e tra poco anche al fresco nel grande giardino sul retro.
Veramente un gradito ritorno.
Buona Pasqua a Tutti e godetevi le dolcezze che questa festa ci regala.

(Visited 526 time, 2 visit today)
Share

Dicci la tua

Carlotta Ansaldi

Frutto dell’unione tra San Niccolo’ e la Colonna, nata per il Capodanno fiorentino vivo in Oltrarno… piu’ fiorentina di me forse c’e’ solo la bistecca.
Amo tanto gli animali, i libri, i miei tanti studenti e il mio lavoro di Archeologa per bambini ma la mia vera grande passione sono cappuccino, pasta e cronaca di Firenze rigorosamente al bar!