Sabato sera: PalaCarrara di Pistoia incandescente. In programma la sfida decisiva per salire nella serie A di basket, tra Pistoia e Brescia.
“Un saluto al grande Kobe Bryant, che ci sta seguendo in televisione. Lui che su questo parquet di Pistoia ci è cresciuto, quando suo padre giocava qua!”
Franchino Lauro ama i saluti plausibili. Franchino Lauro è il telecronista Rai, specialista della pallacanestro: lui che, da commentatore del trionfo europeo del 1999 e dell’argento olimpico del 2004 della nazionale italiana, è stato relegato a fare la telecronaca della Legadue di basket. Da Atene a Barcellona. Ma Pozzo di Gotto, non Catalogna.
Kobe Bryant va all’allenamento in elicottero. Kobe Bryant guadagna 28 milioni di dollari l’anno. Kobe Bryant gira le pubblicità della Nike tra una grigliata a casa di Spike Lee e una cena con Miss Universo. Kobe Bryant, sabato sera, era pronto a farsi immortalare, in foto, accanto ai look sobri di Neymar e Balotelli, prima di guardare la sfida Brasile-Italia in tribuna. Ma con un orecchio rigorosamente agli auricolari, per avere aggiornamenti dal PalaCarrara.
Fasi confuse a centrocampo e Brasile-Italia in fase di stallo, ma Kobe Bryant alza le braccia al cielo: gli è appena stata comunicata la tripla di Jack Galanda* da Pistoia.

Amici del grande calcio, un buon pomeriggio dallo stadio comunale Gino Cracchio di Sfrolla, dove tra poco scenderanno in campo gli arrembanti padroni di casa dello Sfrolla e gli arcigni ospiti del Perafungo. Incredibile cornice di pubblico, a cui dobbiamo aggiungere tutti i nostri amici, da casa, incollati al teleschermo, per questo mirabolante evento sportivo. Ma salutiamo, a questo proposito, il grande Denzel Washington, che proprio qui, nella ridente Sfrolla, ha girato i suoi primi film: e che sarà senz’altro intento a seguirci. Così come l’emerito capo di stato americano, Barack Obama, grande tifoso fin da bambino del Perafungo e che, fonti certe, danno a casa Washington ad assistere alla partita con l’amico/rivale Denzel.
Ma salutiamo anche Dio, che sarà senz’altro, con noi, in ascolto.

 

* Jack Galanda – noto anche come sosia di Jovanotti – è stato protagonista non solo nella vittoriosa finale di Pistoia, ma anche nelle altre avventure commentate da Franco Lauro: oro europeo nel ’99 e argento olimpico nel 2004.

Il grande Jack Galanda:  per festeggiare la promozione con Pistoia, si è limitato a fare un concerto, ieri sera, allo stadio di Firenze.         Fonte della foto: www.dailybasket.it

 

 

 

 

 

 

 

(Visited 103 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Paolo Serena

Paolo Serena, sociologo e giornalista, toscano doc e fiorentino mezzosangue, è un gran tifoso viola e un fan senza tempo di Riccardo Zampagna.
Ama gli spaghetti alle vongole, il caffellatte con le Gocciole e il sud-est asiatico; odia la Juve.
Diventa fan di Ultras da Tastiera

TESTTTTTTTTT

Mi chiamo Mario