Non siamo in un cinema siamo su una autocisterna lanciata a 200 chilometri orari nel deserto abbiamo paura della sabbia qui è tutta sabbia anche le tempeste sono fatte di sabbia ma niente secchiello e paletta non è il mare non ci sono alberi niente erba portiamo occhiali per difenderci e i nostri polmoni collassano e questo futuro ci sta uccidendo abbiamo imparato a correre per scappare per inseguire abbiamo facce mostruose ci mancano arti ma combattiamo violentemente per rimanere in vita e Max Rockatansky parla poco ma parlano i suoi occhi non vuole stare dalla parte giusta ma nemmeno da quella sbagliata e alla fine non c’è una parte non sa sparare perché non è un eroe è tutto fuori che un eroe e passa il fucile a Imperatrice Furiosa bella come non lo è stata mai senza un braccio e con la pelle sporca di sabbia e attraenza uccide ha negli occhi lacrime e le immagini del mondo prima che fosse tutta sabbia con sè ha un carico di donne bellissime e procreatrici cerca solo di salvarle e di salvarsi vuole che Gas Town sia solo un ricordo ne ha abbastanza di dolore sofferenze morte ne ha abbastanza dei figli della guerra ne ha abbastanza di vedere uomini usati come sacche di sangue per tenere in vita uomini senza umanità ma deve correre non c’è tempo per respirare non c’è tempo per respirare non c’è tempo per respirare intorno ci sono solo figli della guerra pronti ad uccidersi per ucciderli che inseguono che vogliono il loro sangue che vogliono farli diventare solo sabbia e nel posto dove finiranno ci sarà ancora solo e soltanto sabbia e Imperatrice Furiosa a malapena saprà chi è Max Rockatansky ma lui gli infonderà salute e purificherà e rafforzerà il suo sangue (Walt Whitman) e alla fine tu invece sarai seduto da solo dentro un cinema completamente stravolto senza respiro senza sangue e ricoperto di sabbia dal capolavoro senza punteggiatura di George Miller

maxresdefault
(Visited 179 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Michele Arena

Interessato a tutto ciò che è Indie, ma soprattutto alla musica e al cinema, lavora come Operatore sociale a Campi Bisenzio. Il suo sogno è tenere una lezione al DAMS su Notthing Hill.