Eccola: la primavera! E con lei, il cambio di stagione. Ahimè….
Perché quando in casa ci sono dei bambini: il cambio di stagione diventa un’impresa. Vestiti da misurare e bimbi che non ne vogliono sapere! E poi: cosa riporre, cosa tenere, indovinare quanto cresceranno ‘sti figli…. Aiuto!
Quest’anno – ho deciso – lo faccio “strano”!
Il mio guru è Beatrice, mamma di Alessio e Irene. Mi ha svelato i suoi segreti per un cambio stagione a basso costo e a basso impatto. Non è solo una questione economica ma soprattutto una scelta “etica”.
Le parole d’ordine sono riusare, riciclare e chiedere. “Non mi vergogno a chiedere alle amiche di prestarmi le cose – mi racconta Beatrice – così come i miei bambini non si vergognano ad indossare vestiti di altri bimbi. Anzi: ne vanno orgogliosi!”.

Se proprio vogliamo comprare qualcosa, qui a Firenze ci sono ottimi negozi di usato. E poi il baratto, lo scambio, i mercatini… All’Isolotto tutti i martedì c’è un banco con abiti 0 -12 nuovi e scontatissimi rispetto ai negozi. Per l’usato ci sono i Babybazar: uno a Rifredi e l’altro all’Isolotto. Che sono ottimi anche per piazzare anche il nostro – di usato. Per il baratto, alla Casa del Popolo di Colonnata di Sesto Fiorentino – ogni terzo sabato del mese – c’è “Bimbo baratto”, organizzato dal GAS Equobaleno.
E i vestitini che non usiamo più, vanno divisi per sesso, misura e stagione, per poi essere prestati, barattati o rivenduti. Altrimenti, ci sono Mani Tese, Caritas, le Misericordie….

L’anno scorso il cambio stagione l’ho finito a luglio…. Speriamo questa volta vada meglio.

(Visited 81 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Francesca Falagiani

Fiorentina d’importazione. Sono mamma – a tempo quasi pieno – di tre piccirulli. La mia vita è piena e rumorosa. Un po’ un caos! Dicono di me che sono una persona solare e positiva. Sicuramente: sorrido, spesso. Sono laureata in Media e Giornalismo, sto studiando per diventare maestra. E cerco di barcamenarmi tra mille cose, come tutte le mamme. E poi c’è il mio blog SmartMommy (http://www.smartmommy.it/). Per raccontare tutto il bello dell’essere mamma. Il bello anche nella fatica, nell’esaurimento, nello sconforto. Che ci sono – è innegabile – ma sono una parte. Per raccontare che si può fare. E lo si può fare divertendosi.

TESTTTTTTTTTT

Io sto fuori