La Confederations Cup rimarrà negli annali dello sport soprattutto per un motivo: il fair play con cui Il saggio Gonzalez ha replicato a Neymar.

Prima di entrare nel vivo della disquisizione tecnico-tattica, bisogna sottolineare questo: brasiliani e uruguaiani non si sono mai amati e Neymar – il nuovo acquisto brasiliano del Barcellona – è tanto un talento incredibile quanto insostenibile, soprattutto per i propri capelli piastrati alla Sonohra. Come il più limpido esempio di fichetta in campo con la maglia numero dieci, di quelli che, prima di scendere sul terreno di gioco, passano più tempo davanti allo specchio a lisciarsi il ciuffo ossigenato, piuttosto che a sistemarsi i parastinchi. Anche se si tratta semplicemente di un allenamento, in cui la forma più vicina ad un essere da abbordare, con le proprie finte e il proprio ciuffo piastrato, è un buzzurro ciccione che si impiastriccia i pop corn sulla propria barba.

Quando, durante Brasile-Uruguay, Gonzalez ha fatto notare a Neymar – citando Fichte e Kant – che esagerava con le sue cadute, il dieci brasiliano gli ha risposto mandandogli baci. Platealmente, in puro stile Gioca Jouer. Al che, l’uruguaiano ha aspettato, riflettuto, pensato attentamente e poi ha replicato via Twitter: Ciao Neymar, puoi mandarmi i baci quando vuoi, fallito, intanto io mi f.tto tua moglie. Firmato il Tata Gonzalez. Tata: saggio. Perché Gonzalez è soprannominato El Tata, il saggio.

Un po’ come se Peter Crouch fosse soprannominato El gordo, il grasso. Peter Crouch è talmente alto e magro, da essere l’antibellezza. Talmente alto, magro e brutto, che una volta gli chiesero:
“Caro Peter, cosa saresti stato se non fossi stato un calciatore?”

“Sarei stato vergine”.

Come se Adriano fosse soprannominato O Sòbrio, Borja El Melenudo (il capellone) Valero, Mario Low Profile Balotelli, Bobo Il Chierichetto Vieri.

Un saluto dal nuovo acquisto della Juve: Carlitos El Guapo Tevez

(Visited 869 time, 3 visit today)
Share

Dicci la tua

Paolo Serena

Paolo Serena, sociologo e giornalista, toscano doc e fiorentino mezzosangue, è un gran tifoso viola e un fan senza tempo di Riccardo Zampagna.
Ama gli spaghetti alle vongole, il caffellatte con le Gocciole e il sud-est asiatico; odia la Juve.
Diventa fan di Ultras da Tastiera