A Firenze praticamente tutti hanno un soprannome. Vuoi per un diminutivo del cognome in quanto figlio o fratello minore di qualche personaggio famoso, una sua contrazione, vuoi per qualche abitudine o caratteristica fisica. Questo nomignolo poi ti accompagna per tutta la vita fregiandoti, spesso, di un titolo tutt’altro che nobiliare. Insomma, il soprannome è prassi comune nel Fiorentino e nella Toscana tutta.
Il primo che viene da citare, per avere un esempio su tutti, è un certo “Vampa”, famoso per la facilità all’arrabbiatura e per certi trascorsi legali non propriamente chiari.
I lampredottari fiorentini non si esimono da tale abitudine, in alcuni casi il soprannome è talmente radicato che è quasi impossibile risalire alla ragione sociale dell’attività, in altri invece cambia a seconda della gestione o del delirio appena visto.
Ci sono stati casi dove è cambiata la gestione e il chiosco ma il soprannome resta perché la posizione è la stessa.
Il povero gestore viene spesso bollato con questo nomignolo. E, visto che siamo a Firenze, spesso questo è volgare e riferente alle feci umane. A rincarare la dose ci viene in aiuto il dialetto schiaffandoci subito prima l’articolo.
Tutti conosceranno un lampredottaro in piazza delle Cascine, accanto alla facoltà di Agraria. Famoso per l’alta qualità dei prodotti e per la sua igiene (nonché per il servizio) questo è stato soprannominato forse con il peggiore dei nomignoli.
Tale nome, avrete tutti capito a cosa mi riferisco, è possibile sentirlo urlare dalla folla di avventori subito prima dell’ordinazione.
Tra geniali trovate commerciali dei gestori più lungimiranti, nomi storici e pazzie dell’ultima ora si viene a creare una intera galassia di nomi tra cui scegliere per soddisfare il proprio appetito.
Il Rosso, Poldo, Claudino, Il Palata, per citarne alcuni.
Una intera galassia di cibo di strada che fa parte di una delle più profonde tradizioni Fiorentine.

(Visited 2.170 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.

TESTTTTTTTTTT

Igiene