Dal 27 febbraio al 3 marzo, nell’ambito della rassegna musicale “Da Firenze all’Europa” si terrà una serie di concerti all’interno di Palazzo Pitti, più precisamente nella Sala Bianca.
Luogo di particolare importanza per la storia della musica:  il 6 ottobre del 1600 (nell’ambito dei festeggiamenti per il matrimonio di Maria de’ Medici con Enrico II Re di Francia) nacque il melodramma, con la prima esecuzione dell’ Euridice di Jacopo Peri. Storica fu anche l’esecuzione, sempre in questa sala, nel 1927, del Pierrot Lunaire di Schoenberg (che la diresse personalmente), caposaldo della musica dodecafonica.

Seguendo la tradizione la bellissima sala viene tutt’ora utilizzata per ospitare numerosissimi concerti e questa volta ospiterà una serie di esibizioni di giovani talenti della musica, promossi dall’Associazione “Musica con le Ali” in collaborazione con le Gallerie degli Uffizi.

Ecco il calendario completo:
27 febbraio, ore 16,00 Lavinia Bertulli, pianoforte, musiche di Liszt e Schumann.
28 febbraio, ore 16,00 Federico Piccotti, violino, e Chiara Cattani, pianoforte; musiche di Mozart, Nardini e Boccherini
1 marzo, ore 11.30 Fabiola Tedesco, violino, e Beniamino Iozzelli, pianoforte; musiche di Malipiero, Dallapiccola, Messiaen e Chausson  – ore 16.00 Giulia Attili, violoncello, e Lavinia Bertulli, pianoforte; musiche di Shostakovich e Beethoven.
2 marzo, ore 11.30 Matteo Succi, clarinetto, e Ginevra Costantini Negri, pianoforte; musiche di Cherubini, Mendelssohn e Weber – ore 16.00 Trio Erica Piccotti (violoncello), Emma Pamigiani, (violino) e Margherita Santi (pianoforte); musiche di Shostakovich e Mendelssohn.
3 marzo, ore 11.30 Margherita Santi, pianoforte, musiche di Beethoven e Schumann – ore 16,00  Erica Piccotti, violoncello, Orchestra Senzaspine; musiche di Haydn, Paganini, Franchomme e Tchaikovsky.

Tutti i concerti sono ad ingresso gratuito, ma è necessario acquistare il biglietto del museo, che consentirà la visita, prima o dopo ogni concerto.

(Visited 113 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.