Sabato scorso, al mercato, ho comprato 1kg di taccole o mangiatutto; non sono appassionato di questo ortaggio, ma per ragioni dietetiche impostemi…
Sono costretto in questo periodo a consumare più verdure possibili.
Per questo vi proporrò due ricette molto simili.
La prima cosa da fare quando le acquistate, dovete stare attenti che siano di un bel colore verde (e non gialle), sode e integre, preferibilmente di produzione locale. Le potete trovare fino al mese di luglio.

Alcune accortezze nella preparazione per cucinarle: lavatele bene con acqua corrente e fredda. Togliete con le mani le due estremità levando il filo laterale al baccello.

Le due ricette:

Taccole al pomodoro, acciughe e capperi

Frittata di taccole

Ingredienti per entrambe le ricette:

Taccole 1kg
Pomodorini ciliegini 600g
Acciughe sott’olio 2
Capperi sott’aceto due cucchiai da minestra
Agli due spicchi
Sale, pepe e Olio EVO q.b.

Per la frittata:

6 uova

Mettete una pentola di acqua fredda sul fuoco. Quando prende il bollore, salate e versateci le taccole. Fate cuocere per 10 minuti circa, poi scolatele bene.
Nel frattempo, prendete una padella piuttosto grande, versateci un filo d’olio EVO, aggiungete i due spicchi d’aglio, facendoli rosolare e poi toglieteli. A questo punto, unite i pomodorini tagliati, le acciughe e i capperi e fate cuocere per 10/15 minuti, facendo sciogliere le acciughe ed insaporire il tutto.
A questo punto togliete 1/3 di sugo, da utilizzare per la frittata.

Ricetta 1: versate 700g di taccole nella padella col sugo di pomodorini acciughe e capperi, mescolatele per far prendere bene il sapore. Impiattate e servite.

Ricetta 2: tagliate i restanti 300g di taccole in pezzetti lunghi 1cm circa.

Preparate una padella anti aderente, versateci i pezzettini di taccole e unitele al restante sugo (quello che avevate precedentemente messo da parte) e fate insaporire. A questo punto, togliete le taccole dalla padella e versateci le uova sbattute. Fate cuocere leggermente, fino a che non si forma una crosticina ai lati. Versate le taccole ed insaporite con il sugo di pomodoro. Chiudete la padella con un coperchio e fate cuocere a fuoco molto basso fino a cottura ultimata.

Ecco due ricette, semplici e gustose, da proporre anche ai bambini!

(Visited 77 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Stefano Poli

Nato a Prato, ma vivo a Firenze da sempre. Sommelier dal 1986, amante del buon cibo ed estimatore del buon vino. Viaggiatore singolare, proiettato alla scoperta di nuovi sapori, usanze e costumi diversi. Un piccolo aneddoto che mi riguarda: la soddisfazione di “aver pestato i piedi a Steven Spilberg durante un ricevimento a cui ero presente, come sommelier. Volete sapere qual è stata la sua reazione? Molto elegantemente, si è complimentato con me per la scelta dei vini.