CamilleriChi avrà fatto la domanda? Non so, forse sarà stata una riflessione personale dell’autore ma, se invece fosse stato un affezionato lettore, avrebbe avuto in regalo una risposta articolata e sorprendente: un intero libro dedicato a colmare il vuoto prodotto appunto dall’impertinente domanda. E immagino il movimento della coppola alzata quel tanto che basta per squadrare l’interlocutore, e lo sguardo profondo del grande vecchio che con quella sua particolarissima vena sarcastica avrebbe preso a raccontare la storia de “Il tailleur grigio”.

La poliedrica, sfaccettata, complessa Adele viene piano piano alla luce in un contesto familiare anch’esso un tanticchia particolare: lei è infatti molto più giovane del marito ed estremamente esuberante. Marito che è appena andato in pensione e cerca di godersi al massimo la vita e la sua giovane e sensuale consorte.

Pur non essendo un giallo, il racconto si riempie via via di una suspense sempre più palpabile. L’abilità dello scrittore sta nel presentarci questa donna in un crescendo sorprendente di situazioni: da amante appassionata, a manager, da mecenate d’arte a cinica mantide, da moglie pronta ad ogni sacrificio per buona riuscita del matrimonio ad ambigua e depravata ninfomane.

Una crudele malattia irrompe nella vita della coppia come un colpo di mannaia e sarà proprio l’evoluzione finale del male a scoprire, forse, l’ultima e più vera identità della donna.

Un bell’omaggio al misterioso e inquietante universo femminile.

 

Edizione commentata

Andrea Camilleri, Il tailleur grigio, Mondadori, Milano, 2008

(Visited 109 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Filippo Papini

Nato a Firenze (qualche tempo fa) dove vive e lavora. Laureato in Lettere, ha pubblicato i testi teatrali Tutti mi vogliono, tutti mi cercano, La danzatrice dal ventaglio nero, È quasi ora, Le perdute parole; un poliziesco Giallo mare; una raccolta di poesie Osè e una serie di articoli per riviste di nautica. Nel 2011 ha contribuito alla nascita dell’associazione culturale Arseniko. www.arseniko.it