La novità ed il risparmio unite al contesto economico di crisi sono senza dubbio il principale segreto del loro successo, ma non è solo questo. Uno dei punti di forzadei temporary shop è che al loro interno si ha la sensazione di partecipare ad un vero e proprio evento. Ci sentiamo rapiti dall’eccezionalità del momento, sappiamo che dobbiamo cogliere l’attimo e compriamo. La stessa cosa sembra accadere in questi giorni sul ponte Santa Trinita. Ci sentiamo rapiti dall’eccezionalità della sua pedonalizzazione temporanea, sappiamo che dobbiamo cogliere l’attimo e camminiamo. Il ponte Santa Trinita è da poche settimane chiuso al transito dei veicoli e di conseguenza è diventata un’area pedonale perché sul lato di via Tornabuoni devono essere fatti dei lavori di risistemazione del manto stradale per i campionati Mondiali di Ciclismo che si terranno a Firenze dal 22 al 29 Settembre. I lavori dovrebbero terminare alla fine di Maggio e dopo il ponte Santa Trinita ritornerà al suo consueto via vai di veicoli.

Per l’intanto godiamoci, a Firenze questa che possiamo definire come una temporary pedestrian area (Tpa). I veicoli con i loro conducenti imprecanti che arrivano sulla soglia del ponte da piazza Frescobaldi sono costretti a girare in lungarno Guicciardini. Sull’altra riva dell’Arno il lungarno Corsini ed il lungarno Acciaiuoli sono diventate strade senza sfondo. Di fatto la pedestrian area è ancora più vasta del ponte. La recente e controversa costruzione del cordolo per mettere in sicurezza la pista ciclabile del lungarno Corsini e del ponte Santa Trinita concede la possibilità di penetrare all’interno della temporary pedestrian area anche alle biciclette. Sono gli unici veicoli ammessi. La visione del ponte Vecchio dalla spalletta del ponte santa Trinita è un classico da cartolina o, più modernamente, da profilo e da sfondo di Facebook.

La gente adesso si può sedere dappertutto, non solo sulla spalletta, ed ha rotto gli argini del marciapiede invadendo in numero sempre più crescente, giorno dopo giorno, tutta la sede stradale. Di questo passo sarebbe sicuramente un bell’affare aprire un temporary shop nella nostra temporaray pedestrian area. Come sarebbe un bell’affare per la città e per chi la vive che il Comune trasformi  volente piccole piazze, tratti di strada, ponti, in temporary pedestrian area. Anche solo per vedere l’effetto che fa. Magari chi impreca il primo giorno per l’ennesima modifica al traffico potrebbe scoprire già al secondo giorno che è meglio così.

(Visited 158 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Giovanni Grossi

Ho cinquantanni e per il mio lavoro ho la fortuna di girare per Firenze in bicicletta e quando scendo dalla bici vado a piedi e quando sono stanco salgo sull’autobus. Il mio primo amore è la scrittura ed il mio primo amore dura tuttora. Sono tra i fondatori dell’associazione Tandem di pace e sono nella giuria del premio letterario fogli di viaggio dedicato alla figura di Tiziano Terzani. Adoro i miei figli e mangiare un panino con l’hamburger la domenica sotto la curva Fiesole. Dimenticavo….il mio primo odio è la juve ed anche questo dura tuttora.