La scorsa settimana abbiamo preparato una crema di patate e zucca con l’aggiunta di cavolo nero stufato.

https://www.tuttafirenze.it/pioggia-freddo-vellutata-patate-zucca-cavolo-nero/

Pulendo il cavolo nero per stufarlo, abbiamo tenuto da parte le costole, che in genere gettiamo nel biologico, ma questa volta vi propongo di utilizzarle, scoprendone così la loro bontà e genuinità.

Per prima cosa eliminiamo il fondo della costola e gettiamolo nel biologico. Il gambo così pulito, lo tagliamo tutto a tocchetti di un centimetro circa. Prendiamo una pentola, mettiamo l’aglio a rosolare a pezzetti o intero, a nostro piacimento, poi aggiungiamo i pezzetti di costole di cavolo. Rigiriamo facendo insaporire per poco tempo. Riempiamo la pentola d’acqua e lessiamo i nostri gambi.

Togliete quando saranno morbidi, scolandoli bene.

Ingredienti per frittata con gambi di cavolo nero:

Uova 6
Gambi di cavolo nero a pezzetti 100g circa
Formaggio grattugiato 50g
Sale, noce moscata e pepe q.b
Olio evo o burro q.b.

Sbattete le uova con il formaggio, un pizzico di sale, pepe e noce moscata.
Prendete una padella, metteteci un filo d’olio EVO, o un pezzetto di burro. Quando pronto versateci le uova sbattute e fate cuocere per un paio di minuti, aggiungete i gambi di cavolo nero, coprite con un coperchio e fate cuocere a fuoco lento. A metà cottura rigirate la frittata e finite di cuocere.
Servite calda.

Possiamo anche fare un sugo con i gambi lessati, basta frullarli e aggiungere ricotta o gorgonzola, aggiustare sempre di sale e pepe, anche un pizzico di noce moscata ci sta sempre.

Come sempre…

Buon appetito e fatemi sapere!

(Visited 566 time, 3 visit today)
Share

Dicci la tua

Stefano Poli

Nato a Prato, ma vivo a Firenze da sempre. Sommelier dal 1986, amante del buon cibo ed estimatore del buon vino. Viaggiatore singolare, proiettato alla scoperta di nuovi sapori, usanze e costumi diversi. Un piccolo aneddoto che mi riguarda: la soddisfazione di “aver pestato i piedi a Steven Spilberg durante un ricevimento a cui ero presente, come sommelier. Volete sapere qual è stata la sua reazione? Molto elegantemente, si è complimentato con me per la scelta dei vini.