Esordio casalingo per le franchigie italiane nella seconda giornata del nuovo torneo Pro14. Entrambe le squadre si sono trovate ad affrontare sfide difficilissime, le Zebre contro i campioni in carica, gli Scarlets, il Benetton Treviso contro la corazzata nord irlandese, l’Ulster.

I leoni di Treviso mancano di poco l’impresa. Dopo un primo tempo nettamente in difficoltà dove era stata già data la partita con un risultato che avrebbe messo comodamente l’Ulster in testa alla classifica con una differenza di punti invidiabile, il Benetton reagisce e si rende protagonista nella seconda metà della partita di una splendida rimonta.
Il capitano Dean Budd non era in campo ma Tommaso Allan coadiuvato dall’esordiente Federico Ruzza, altro giocatore da tenere d’occhio, e al resto della squadra, riesce a dominare i nord irlandesi recuperando due mete rispetto alle tre segnate dagli avversari. Solo una tenace difesa dell’Ulster a tempo scaduto impedisce al Treviso di raggiungere il pareggio.
Un punto bonus difesa che mette i bianco verdi in quinta posizione della Conference B. Un 14-21 con l’amaro di una partita che poteva essere vinta.

Tutt’altra storia, purtroppo, per le Zebre. Dopo un primo tempo giocato alla pari con i gallesi Scarlets nonostante la differenza di punteggio raggiunta,13-3,  non riesce ad arginare la marea rossa subendo la bellezza di un totale di 5 mete. Nonostante la bella prova della partita precedente i bianco neri mostrano troppe volte il fianco ai gallesi giocando in maniera troppo fallosa e regalando troppe palle. Risultato finale della partita 10-41, un punteggio che fa male e rende inutile l’ultima meta segnata da Bellini con trasformazione di Canna.
Attualmente la squadra è in ritiro a Parma per la preparazione alla prima trasferta Sud Africana, contro i Cheetas, sabato 16 settembre!

(Visited 105 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.