È passato un anno. Me ne sono resa conto vedendoli sul palco. Mentre con lo sguardo cercano il babbo. Salutano i nonni. Ridacchiano. E si spalleggiano.
Un anno di scuola.
Un anno di “Posso portare la macchinina all’asilo?!”.
Un anno di “No, mamma. Ho ancora sonnooo”.
Un anno di “Guarda che bel disegno ho fatto?! È per te”.
Siamo pronti per nuove e meravigliose avventure. Ma prima: tutti giù dal palco!
Piccoli attori – dall’inceppamento facile. Ballerini in miniatura – col ritmo nel sangue. Ugole d’oro – da tappi nelle orecchie. Tutti giù!
E anche le mamme e i babbi, che si sono “immolati” per la causa. Pur’io, che ho suonato la chitarra per il gruppo dei piccini del nostro asilo. Pure la mia amica Laura, che ha recitato vestita da pecora…… Giù.
Lo dico: la recitina no! Non è decisamente la mia passione. Credo che i bambini si divertirebbero molto di più a fare altro, piuttosto che impararsi a memoria la parte, star fermi a mezz’ore aspettando il loro turno.
Poi, però: incrocio lo sguardo di Tommi mentre canta.
Vedo una mamma prender fiato insieme al suo piccino che è sul palco e ripetere le sue battute. Sottovoce. Chissà quante volte hanno provato, insieme: a casa, in macchina, facendo la spesa…..
Sento la grinta di Pietro che balla.
Vedo un babbo stringere forte il suo bimbo che piange, perché di recitare, proprio non ne vuol sapere.
Respiro la fatica, di questi piccirulli. Ma anche la voglia di fare e di far bene. E poi li sento emozionarsi. Li vedo sorridere. E questo mi basta.
Fotografie, video, applausi, saluti, baci.
Giù dal palco. E poi: buone vacanze!

(Visited 102 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Francesca Falagiani

Fiorentina d’importazione. Sono mamma – a tempo quasi pieno – di tre piccirulli. La mia vita è piena e rumorosa. Un po’ un caos! Dicono di me che sono una persona solare e positiva. Sicuramente: sorrido, spesso. Sono laureata in Media e Giornalismo, sto studiando per diventare maestra. E cerco di barcamenarmi tra mille cose, come tutte le mamme. E poi c’è il mio blog SmartMommy (http://www.smartmommy.it/). Per raccontare tutto il bello dell’essere mamma. Il bello anche nella fatica, nell’esaurimento, nello sconforto. Che ci sono – è innegabile – ma sono una parte. Per raccontare che si può fare. E lo si può fare divertendosi.