IMG_2400È scandito dal cadere delle foglie, questo autunno tiepido. Caldo. Colorato. Ovattato. È scandito dal rumore silenzioso di quelle foglie che cadono. Una ad una. Leggere. È la meraviglia della natura. Il mistero della vita e della morte. Ed è un pensiero che in questi giorni bussa spesso alla porta del mio cuore. E lascio che entri. E mi lascio incantare da questo autunno così diverso da tutti gli altri. È dove non te lo aspetti. Dove non lo cerchi.
È nel giallo e nel rosso.
“Mamma lo sai che nel giardino del mio l’asilo ci sono degli abberi tutti colorati colorati?”.
E in tutte le loro sfumature.
“Tieni mamma. Questa foglia è per te. L’ho raccolta nel giardino di scuola”.
Nell’azzurro del cielo terso.
“È bellissima! Grazie. Vi va di andar giù a raccoglierne delle altre?”.
Nel marrone dei rami che piano piano rimangono spogli.
“E poi domani vi porto a Campi. Per arrivare alla biblioteca c’è un vialetto che d’estate non ci fai neppure caso. Ma da ottobre a novembre diventa così bello che….”.
“Sì, voglio andare! Voglio andare! Voglio andare!!!”.
E giocare a rotolarsi nelle foglie ormai a terra. E far minestre di briciole di foglie. E tornare a casa con le foglie fin nelle mutande.
E foglie. E ancora foglie.
E respirare una Firenze “nuova”. Vestita d’autunno. Ogni anno uguale. Ogni volta diversa.

(Visited 100 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Francesca Falagiani

Fiorentina d’importazione. Sono mamma – a tempo quasi pieno – di tre piccirulli. La mia vita è piena e rumorosa. Un po’ un caos! Dicono di me che sono una persona solare e positiva. Sicuramente: sorrido, spesso. Sono laureata in Media e Giornalismo, sto studiando per diventare maestra. E cerco di barcamenarmi tra mille cose, come tutte le mamme. E poi c’è il mio blog SmartMommy (http://www.smartmommy.it/). Per raccontare tutto il bello dell’essere mamma. Il bello anche nella fatica, nell’esaurimento, nello sconforto. Che ci sono – è innegabile – ma sono una parte. Per raccontare che si può fare. E lo si può fare divertendosi.