In attesa del prossimo impegno di campionato, sabato 27 gennaio, contro il San Donà in quel dello stadio Lodigiani, i Medicei chiudono la loro prima esperienza nel Trofeo Eccellenza andando a sfidare fuori casa il Lazio 1927.
Usciti provati dalla ultima prova contro un inarrestabile Fiamme Oro che ha segnato il morale dei nostri, scossi dalla improvvisa uscita di Jeff Montauriol che ha preferito andare a militare nel Verona rugby in serie A rispetto alla realtà fiorentina (scelta decisamente discutibile ma tant’è NDA) e ridotti nel numero a casua dei molti infortunati nella truppa bianco rosso argento, i Medicei potevano prestare una prestazione tutt’altro che ottimale, la preoccupazione c’era.

Invece i ragazzi di Presutti e Basson hanno dimostrato di esserci, eccome! Sei le mete segnate dai fiorentini al Lazio rispettivamente di Savia e Baruffaldi nel primo tempo e Rodwell e Cornelli che supera la linea di meta avversaria due volte nel seconto tempo.
Immancabile il cotributo del gallese Dan Newton che ha chiuso la partita con un 100% di percentuale su tutte le trasformazioni e penality calciati. Non a caso è stato premiato come Man of the Match della partita. Risultato finale 17-49.

Finalmente rivediamo i Medicei giocare in maniera fluida, senza sbavature, un piacere da guardare, parafrasando l’allenatore Pasquale Presutti che dichiara di essere molto soddisfatto della prova dei bianco rosso argento.

Una volta raccolti i vari complimenti di tutti gli esperti di rugby romani è tempo per i fiorentini di tornare a lavoro. Il prossimo fine settimana i Medicei dovranno giocare nel campionato di Eccellenza, galvanizzati e con un ulteriore carico di esperienza dato dalle ultime partite giocate e dall’allenamento congiunto con le Fiamme Oro che hanno potuto fare in questi ultimi giorni. Affronteranno il San Donà per cercare di riprendere la scalata della classifica.

Archiviato il primo Trofeo Eccellenza (la finale verrà giocata tra Fiamme Oro, forse l’unico dell’era in massima serie dei Medicei. Grandi cambiamenti, si spera, aspetteranno i nostri il prossimo campionato: 12 squadre in torneo e la nuova denominazione. Chissà in cosa si concretizzerà

Fotografia di Luigi Mariani

(Visited 116 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.