Anche gli ultras vanno in vacanza.

Per cui, quando il primo settembre, dopo aver passato tutto il giorno prima incollati sull’asfalto della Fi-Pi-Li, aprirete il vostro computer e non troverete un articolo ultras sulla prima trasferta di campionato a Roma, immaginate di aver trovato questa lista di personaggi, nero su bianco, sul vostro schermo: Maurizio Costanzo, Antonello Venditti, Luca Giurato, Ricky Memphis, Nerone e Paolo Liguori. E solo per uno di questi ci sarebbe stato un elogio. Perché bene bene o male male: cominciare il campionato a Roma, vuol dire capire subito di che pasta siamo fatti. E comprendere se in giallorosso festeggeranno il quarto scudetto. Nel dubbio, hanno già posizionato i gabinetti Sebach al Circo Massimo, in vista della festa tricolore.

Io sarò in un bar marcio di Istanbul, cercando le corrette frequenze e le giuste frequentazioni: perché non c’è niente di peggio che guardarsi un Roma-Fiorentina e stare lì, attorniato da muscolosi col Colosseo tatuato in bella vista. Senza poter imprecare o festeggiare. In questo caso, sicuramente imprecare: perché – non per gufare – ma il quarto scudetto se lo sono già cucito sul petto. E la Ferilli è sempre in splendida forma.

(Visited 76 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Paolo Serena

Paolo Serena, sociologo e giornalista, toscano doc e fiorentino mezzosangue, è un gran tifoso viola e un fan senza tempo di Riccardo Zampagna.
Ama gli spaghetti alle vongole, il caffellatte con le Gocciole e il sud-est asiatico; odia la Juve.
Diventa fan di Ultras da Tastiera