L’ho vista e me ne sono subito innamorato. Poi ho pensato se ci fosse anche a Firenze una pista ciclabile che si illumina, magari dedicata alla famiglia dei Medici. È un omaggio lungo un chilometro, quello che l’Olanda celebra per Vincent Van Gogh. Una pista ciclabile luminescente che si ispira al celebre dipinto del 1889, “Notte stellata”, conservato al MoMA di New York. L’Olanda, patria dei mulini a vento, dei tulipani, delle dighe e soprattutto delle biciclette, il mezzo più diffuso per via del territorio pianeggiante, non smette di stupire in particolare per le sue piste ciclabili. E quest’ultima è davvero un’opera d’arte unica al mondo realizzata dalla compagnia Heijmans e dallo studio Roosegaarde per ricreare la stessa magica atmosfera del quadro di Van Gogh. Un artificio tecnologico e poetico allo stesso tempo: 50.000 sassolini scintillanti incastonati nel tracciato accumulano energia durante il giorno per rilasciarla nella notte fino a brillare come stelle. Una sorta di cielo precipitato al suolo percorribile su due ruote per un vero incanto ecosostenibile per ciclisti, turisti e residenti. Il metodo di illuminazione non provoca fastidio agli occhi e non interferisce con la natura circostante e, anzi, permette di pedalare di sera con molta più facilità rispetto alle piste tradizionali. Inoltre, lungo alcuni punti, ci sono LED che garantiscono luce supplementare nel caso in cui l’energia solare non sia sufficiente a illuminare l’intero percorso, ad esempio dopo una giornata nuvolosa. Sognando di vedere un’opera di tale bellezza anche nella nostra città gigliata, continuo a pedalare di notte con le luci lampeggianti poste sul manubrio della mia bici.

ciclabile
(Visited 218 time, 3 visit today)
Share

Dicci la tua