La prima partita in Coppa Italia dei Medicei in casa porta sia una buona notizia che una tanto aspettata conferma. La buona notizia è la vittoria, netta, contro gli ospitati Lazio 1927 mentre viene confermato il costante lavoro fatto nella compagine fiorentina che sembra finalmente dare i giusti frutti.

Il duo Newton/Rorato finalmente gira bene e nella seconda giornata di coppa ha dato il meglio di se nel secondo tempo dopo una prima frazione di gioco alla pari contro gli avversari laziali. Infatti nonostante la meta di De Marchi e il piazzato di Newton la differenza punti era, allo scadere del primo tempo, solo di 3 punti.

La cavalcata arriva, appunto, nel secondo tempo dove i Medicei rispondono adeguatamente alle pesanti critiche ricevute per i 29 punti subiti in un tempo contro il Calvisano nella seconda partita di campionato Top12. Sempre fermi nel confermare il turnover dei giocatori ,i fiorentini vantano punti segnati da Mattoccia, Brancoli, Newton e Broglia per un totale di ben 28 punti senza alcuna reazione avversaria.
Risultato finale? 38-7 che si traduce in 5 punti in classifica Coppa Italia che, considerato lo scivolone del Viadana che ha perso contro il Valorugby Emilia nel posticipo domenicale, li porta direttamente nella seconda posizione nel girone 2!

Torneremo a parlare di Coppa Italia il prossimo 8 dicembre dove i Medicei ospiteranno nuovamente il Valorugby Emilia in una partita che varrà, visto che soltanto 2 punti separano le squadre,  il primo posto nel girone e il riscatto della sconfitta nella prima giornata di campionato. Campionato che continua il prossimo fine settimana. I ragazzi di Presutti e Basson dovranno giocare contro il Rovigo fuori casa. Impegno non indifferente visto che il prossimo avversario al momento è in quarta posizione in classifica e una vittoria è fondamentale per la squadra fiorentina per lasciarsi definitivamente alle spalle la zona retrocessione.

Materiale fotografico di Bess Melendez

(Visited 114 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.