Finalmente riusciamo a vedere la macchina de I Medicei carburare a dovere. Andare a giocare fuori casa in un campo particolarmente veloce com’è il Gelsomini con il suo manto sintetico, contro una delle spine nel fianco di questo primo campionato di Eccellenza per i Fiorentini, ovvero le Fiamme Oro, e riuscire ad ottenere un tale risultato non può essere altro che risultato di un capillare lavoro fatto da tutto lo staff tecnico della squadra bianco rosso argento per eliminare il più possibile le varie sbavature che hanno compromesso le partite precedenti.

Anche se si tratta di una sconfitta, seppur di estrema misura, la partita giocata in quel di Roma fa nuovamente guardare in modo positivo al futuro dei ragazzi di Presutti e Basson. Infatti hanno ben reagito all’iniziale svantaggio arrivando a chiudere il primo tempo, e condurre gran parte della partita, in vantaggio. I cremisi sono però squadra di mestiere e riescono ad acciuffare nuovamente il punteggio e a portare a casa il risultato grazie soltanto ad una trasformazione, purtroppo, errata del nostro Mercerat a seguito della bella meta di Cornelli.

Partita comunque molto equilibrata e fisica, il territorio è stato conteso metro per metro. Finalmente le file medicee hanno contenuto gli errori regalando pochissime occasioni agli avversari. Insomma un pareggio mancato per un soffio, 17-15 che dà alla formazione fiorentina un utile punto bonus difensivo che mette, per ora, in sicurezza la posizione in classifica vista la sconfitta subita dagli inseguitori, il Reggio, contro il Viadana. Vittoria utile poi per le Fiamme Oro che possono nuovamente sperare nel raggiungimento della tanto agognata quarta posizione.

Prossima settimana i Medicei dovranno affrontare un’altra difficile prova. Sempre in trasferta dovranno vedersela con il Rovigo, terzo classificato e già veterano della Continental Shield. Sulla carta una prova quasi impossibile, chissà però che i bianco rosso argento non ci riservino qualche bella prova come quella di sabato scorso.

(Visited 45 time, 2 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.