IMG_20150703_193711Sempre pedalando in bicicletta, anche in queste torride giornate di luglio, scopro luoghi che cambiano la propria veste, passando da austeri palazzi a luoghi di vivo interesse artistico. Piazza San Firenze che prende il nome da un edificio preesistente dedicato a San Fiorenzo, ha ospitato sino al 2012 l’ex tribunale della nostra città e da poco si è trasformato in area espositiva. Proprio in una delle grandi sale centrali dove maestose colonne in pietra serena si ergono verso l’alto e meravigliosi dipinti del 700’ fanno da sfondo, sono rimasto affascinato dal lavoro di grandi artigiani che espongono le loro creazioni.

IMG_20150703_193707Dove prima gli avvocati dibattevano per affermare la giustizia adesso gioielli, scarpe, borse passando dalla cioccolata fanno mostra della propria bellezza. Tra i vari portatori d’arte mi ha colpito Rossella Ponzecchi, la maestra dei cappelli. Mi racconta che la sua passione per la sartoria è nata dopo essersi cimentata come attrice in teatro, approdando poi al suo attuale atelier di Prato. Dopo un corso di taglio e cucito presso la scuola di stilismo ha cominciato ad amare e lavorare le stoffe morbide, realizzando delle proprie linee di abiti. L’accessorio dove si è specializzata però sono i cappelli per uomo donna e bambino. Tutti rigorosamente fatti a mano, scegliendo e tagliando le stoffe una ad una per creare un pezzo unico, irripetibile che si distingue nella massa. Ho provato più volte vari modelli prima di scegliere quello giusto, ognuno aveva una piega diversa che esaltava lati della mia testa.

Tanti gli stand che regalano emozioni uniche, grazie alle sapienti mani degli artigiani, e per chi volesse visitare questo luogo, chiamato La Casa delle Eccellenze, può visitarlo fino al 31 ottobre 2015 (ingresso gratuito). Quando si dice che la legge non è solo regole ma può diventare creativa…

(Visited 150 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua