La settimana televisiva di Tuttafirenze. Ma adesso cominciate a uscire, tanto non perdete quasi niente…

Lunedì 13 aprile
Su Rai Uno vi potete perdere l’usato non tanto sicuro di Si può fare, con il tuttofare Carlo Conti. Su Rai 2 per gli appassionati (o disperati) ben due N.C.I.S.: Los Angeles e il nuovissimo New Orleans. Il resto è da pianto.

Martedì 14 aprile
Uscite per favore, anche se soltanto per un giro intorno all’isolato. Se avete Sky potete anche rivedere Quando la moglie va in vacanza con Norma Jean/Marilyn Monroe, che era una grande attrice anche se nessuno l’ha capito. Su Rai Movie a tarda ora (23,05) − quindi siete già tornati a casa − consigliamo A.C.A.B. film forte e spietato ma da vedere. Per riflettere.

Mercoledì 15 aprile
La classica e inossidabile accoppiata TVOI e Chi l’ha visto?. Per i calcistici da non perdere Psg-Barcellona su Canale 5. Per chi è in punizione, oppure ha una sola tv e figli adolescenti, Scusa se ti chiamo amore dal romanzo (?) di Federico Moccia. Solo per chi ha Premium, segnaliamo Il favoloso mondo di Amelie: big eyes di tutt’altro genere di quelli visti nel film di Tim Burton…

Giovedì 16 aprile
I tifosi viola che non hanno Premium e non vanno allo stadio dovranno sorbirsi Wolfsburg-Napoli. In alternativa, si attacchino alla radio perché se sperano di trovare qualcosa di televisivamente interessante stanno freschi. A meno che non decidano di attrezzarsi per un Nicholson d’annata ma inquietante, da quanto è bravo, in A proposito di Schmidt su Rai Movie.

Venerdì 17 aprile
La cosa tranquillizzante è che potremmo fare un copia-incolla con quanto scritto venerdì scorso senza paura di sbagliare. Montalbano, HawayFive-O, D-Day, Crozza e poi Colorado, Quarto Grado… Insomma per stasera non consigliamo niente. Per punizione.

Sabato 18 aprile
Un’altra serata televisivamente devastante. A meno che non si subisca l’insano fascino del film-catastrofe. In tal caso su Rete 4 ci sarebbe The Patriot, con Steven Seagal alle prese con un virus che semina morte.

Domenica 19 aprile
Su Cielo, ovviamente nel cuore della notte, Histoire d’O. Della serie “le 50 sfumature… degli anni Settanta”?

950_big
(Visited 89 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Duccio Magnelli

Lettore un po’ bulimico, non si limita a leggere qualsiasi cosa gli capiti sotto mano ma decide anche di mettersi a scrivere. Diventa così un giornalista pubblicista che scrive di calcio e si impiccia di tutto il resto. Romanzi compresi. Come i tre che (per ora) portano la sua firma.