Carissimi tutti, è proprio vero che stiamo vivendo anni difficili, mesi difficili, giorni e ore difficili. La diffusa recessione dovuta alla stringente crisi economica costringe ognuno di noi a fare i conti con le piccole e/o grandi rinunce quotidiane. Altrettanto vero è che, come ci insegna la saggezza popolare “il Diavolo si nasconde nei dettagli”. Giunti al fatidico periodo dell’anno in cui incombe la schizofrenica “prova-costume”, finita la scuola, il campionato di calcio e l’ennesima stagione della nostra serie TV preferita, nonostante non sia ancora scoppiata l’afa, non rimane altro che pianificare nei minimi dettagli, come tanti membri di una cellula dormiente di Al-queda, la partenza per le agognate vacanze. Ma… Ops! Non ci sono quattrini. Come direbbe un politico: «non abbiamo la copertura» (neanche fossimo tetti in laminato). Ma non lasciamoci prendere dal panico, c’è sempre il Genio che ci viene in soccorso.
Siamo oggi a commentare infatti l’iconica bellezza di uno scatto che ci dimostra, ce ne fosse ancor bisogno, l’infinita e poliedrica capacità di risoluzione dei problemi, dai più semplici ai più complessi, propria dell’inimitabile genio fiorentino. Me ne fa dono un assiduo lettore della nostra rubrica che, nel trasmetterla al sottoscritto, chiosa risoluto con rara capacità di sintesi: «E’ talmente sfacciata che stento a credere sia vera.» Ma no, caro amico, al contrario, devi crederci! Il genio quando si esprime non chiede permesso, non dice per favore, il genio esplode subitaneo ed incontrollato, come un chicco di mais nella macchina dei pop-corn del bar del cinema. Sarà la crisi dunque, o l’inaspettata conseguenza della recente e tanto declamata “spiaggia sull’Arno” (un’ampia zona del Lungarno Serristori), sarà l’originale quanto strategica elaborazione dei dati percettivi a sua disposizione, sta di fatto che il genio ha evidentemente preso la sua ardita decisione: quest’anno vacanze in città!
Siamo infatti sulla Rive Gauche del Lungarno, passerella lato parco Argingrosso, e lì, all’ombra della benigna vegetazione, noncurante dei curiosi passanti, c’è lui, il genio birichino, che ha trasferito momentaneamente la residenza, giusto per il periodo estivo, in riva al fiume. Volete mettere tutti i comfort del SUV, utilizzato all’uopo come camper? Ora si ricercano le pinne del mare sotto il sedile dietro e via! Si va a fare il bagno in quell’acqua tanto attraente e salubre dove sversano gli odorosi liquami ma, al contempo, amoreggiano i reali germani. Quanta poesia, quanta ecologia, quanto rispetto per la natura e quanta delicatezza nell’entrare col carrozzone sul pratino in punta di piedi, anzi di battistrada, in modo così discreto. Una domanda, come al solito: ma il genio della foto, a settembre e con calma, ce la pagherà l’IMU sul suo bel veicolo, almeno come seconda casa al mare?

Aiutateci a scoprire nuovi geni fiorentini. Inviateci le vostre foto e segnalazioni a geniofiorentino@tuttafirenze.it

(Visited 36 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Lorenzo Montemagno

Nato nella città più bella del mondo, in un radioso primo di Giugno del secolo scorso, ha avuto l’avventura di essere adolescente negli ormai mitici anni ’80, quando la lotta armata degli “anni di piombo” lasciava gradualmente il posto alle lotte spaziali di Goldrake, Mazinga e Jeeg robot d’acciaio. Tra i Duran Duran e gli Spandau Ballet si era già fatta strada una passione ben più pregnante, quella per la satira.
Raggiunta la maggiore età comincia a collaborare come vignettista ed illustratore per libri e riviste. Tra le cose fatte si ricordano i tre anni della trasmissione televisiva “Allo Stadio con Gioia” che portò alla pubblicazione del piccolo volume “Dal paradiso al purgatorio e ritorno” che raccoglieva le migliori vignette apparse in video. Molte vignette sono apparse nei periodici “Tuttotifo”, “La Gazzetta Viola” e, più recentemente, la nuova edizione de “Il Brivido Sportivo” e sul Vernacoliere.