Immagine 1Rimando e rimando. Poi lui mi piazza i piedi sotti il naso con una grinta che: “Mamma guarda qui: c’ho tre buchi! Guarda: uno qui”.
“Sì, Tommi l’ho v…”.
“Uno qui!”.
“Sì, me lo avev…”-
“E uno qui!”.
“Ma si sono comprate a Natal…”.
“Ah: e uno anche qui! Quattro”.
“Ok, prendete i giubbotti. Si va da Decathlon!”.
E mentre andiamo penso che anch’io avrei bisogno di un paio di scarpe da ginnastica nuove. E poi che ci manca una palla, che non troviamo più il frisbee, che voglio cercare quell’elastico per saltare, che ci manca una borraccia… Senza accorgermene siamo arrivati e una muraglia di scarpe ci para il passaggio. Io mi sento un attimo spersa, lui comincia a correre seguito a ruota da suo fratello: “Voglio queste! Anzi, no: queste”.
“Aspettate, vediamo dove sono quelle del tuo numero”.
“Che numero, mamma?”.
“30”.
“Tommi, ci penso io! Vieni”.
“Ma a me mi piacciono questeeee”.
“Fammi vedere? No, vedi qui c’è scritto quattro due”.
“Uffaaa”.
“Ma allora dove sono quelle per me?”.
“Tre tre, Tre due, Tre uno, ecco: Tre zero!”.
“Cosa?!”.
….
“Ma a me queste non mi piacciono”.
E allora partono trattative estenuanti: queste sì, queste no, queste forse, queste neppure… Finché trovano gli skate che sono nel corridoio accanto a quelle delle scarpe.
“Mammaaaa. Mi tiri giù lo skate?”.
E mentre loro sfrecciano lungo quei corridoi sfracellandosi spesso e volentieri sugli stand di magliette e tute da running. Mentre li sento ridere di gusto: io faccio un colpo di mano e decido per lui! E ora che abbiamo tutti le scarpe nuove: che le vacanze abbiano inizio. Vacanze di corse a perdi fiato, di scalate sugli alberi, di giri in bici, di picnic. Vacanze senza computer. Vacanze!!

(Visited 67 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Francesca Falagiani

Fiorentina d’importazione. Sono mamma – a tempo quasi pieno – di tre piccirulli. La mia vita è piena e rumorosa. Un po’ un caos! Dicono di me che sono una persona solare e positiva. Sicuramente: sorrido, spesso. Sono laureata in Media e Giornalismo, sto studiando per diventare maestra. E cerco di barcamenarmi tra mille cose, come tutte le mamme. E poi c’è il mio blog SmartMommy (http://www.smartmommy.it/). Per raccontare tutto il bello dell’essere mamma. Il bello anche nella fatica, nell’esaurimento, nello sconforto. Che ci sono – è innegabile – ma sono una parte. Per raccontare che si può fare. E lo si può fare divertendosi.

TESTTTTTTTTT

Marcovaldo

TESTTTTTTTTTT

Vincent