Terza puntata di come utilizzare dei piatti, diversi tra loro, ma che hanno in comune la stessa base.

Oggi la ricetta si riferisce a piatti a base di antipasti e finger food, sempre con l’utilizzo di zucchine e pomodori. Se ne avevate fatte in abbondanza, potrete utilizzarle per questa ricetta (in una settimana, se conservate bene, si insaporiranno maggiormente, regalandoci sapori più intensi e armonici).

Ingredienti base comune:

Zucchine
Pomodori
Limoni
Aceto di mele q.b.
Olio EVO
Aceto balsamico q.b.
Sale e pepe q.b.
Prezzemolo un mazzetto
Aglio 2 spicchi

Preparate la base, iniziando a tagliare le zucchine a fette alte circa 2 centimetri. Mettetele in uno scolapasta, cospargendole di sale grosso. Lasciatele riposare per almeno due ore, vedrete che produrranno un liquido trasparente. Lavatele, asciugatele bene e tagliatele a julienne o a tocchetti, a seconda del piatto che cucineremo. Collocatele in una scodella e unite anche i pomodori, tagliati a tocchettini.

Nel frattempo preparate la salsa con olio EVO: 4 cucchiai di olio, succo di limone, aceto di mele, aceto balsamico ed un po’ di sale e di pepe. Emulsionate il tutto con una frusta, assaggiatelo e aggiustate a vostro piacimento.
Preparate anche il trito con il prezzemolo e l’aglio.
Mettete la salsa e il trito nella scodella con le zucchine e i pomodori, mescolando il tutto. Fate insaporire per almeno due ore, o, se volete, utilizzatela tranquillamente il giorno dopo, conservandola in frigo.

Antipasti:

Pietanza 1

Zucchine e pomodori
Robiola
Pane toscano a fette

Prendete delle fette di pane toscano, dividetele in due se troppo grandi. Spalmate un velo di robiola sopra le fette e copritele con i tocchetti di zucchine e pomodori, precedentemente preparati e conditi.

Pietanza 2

Zucchine e pomodori
Pancetta
Salvia

Prendete la pancetta, tagliatela a listarelle, mettetela in una padella antiaderente con due foglie di salvia e fate rosolare.
Quando pronta servitela in un piatto accompagnata dalle zucchine tagliate a listarelle e dai pomodori precedentemente preparati con la ricetta base.

Finger food

Per queste pietanze le zucchine devono rimanere tagliate a fette.

Pietanza 1

Gamberetti e cozze

Le zucchine vanno usate a fette e, sempre dopo essere state messe sotto sale, condite con la salsa base.
Arrotolate una cozza e un gamberetto in una fetta di zucchine, fermate con uno stuzzicadenti e servite.

Pietanza 2

Zucchine a fette
Cozze
Pomodorini ciliegini

Le zucchine vanno usate a fette, e, sempre dopo essere state messe sotto sale, condite sempre con la salsa base.
Arrotolate in una fetta di zucchine una cozza e e meta pomodorino ciliegino, fermate con uno stuzzicadenti e servite.

Le zucchine così fatte si prestano anche ad altre combinazioni: con tocchetti di mortadella e formaggio Emmental, con pomodorini e tocchetti di melanzane saltate in padella, e altro ancora, basta ricordarsi che le zucchine sono condite con olio, limone e aceto e l’acidità è quella che ci dovrà guidare nella scelta delle combinazioni.

Spero che questa panoramica di piatti, con l’utilizzo delle zucchine crude, condite con questa salsa acidula, vi abbia stimolato, non solo a degustarle, ma a provare nuovi connubi, regalandovi cosi sapori nuovi, dal DNA antico.

Come sempre…

Buon appetito e fatemi sapere!

(Visited 416 time, 2 visit today)
Share

Dicci la tua

Stefano Poli

Nato a Prato, ma vivo a Firenze da sempre. Sommelier dal 1986, amante del buon cibo ed estimatore del buon vino. Viaggiatore singolare, proiettato alla scoperta di nuovi sapori, usanze e costumi diversi. Un piccolo aneddoto che mi riguarda: la soddisfazione di “aver pestato i piedi a Steven Spilberg durante un ricevimento a cui ero presente, come sommelier. Volete sapere qual è stata la sua reazione? Molto elegantemente, si è complimentato con me per la scelta dei vini.