Gli tengo la mano strettissima.
“Ahia mamma, mi fai male!”.
Ma non mollo. Non ora che siamo così vicini.
Il rumore è forte e faccio fatica a sentire cosa stanno dicendo. Parlottano un po’ tra loro, poi Pietro si gira verso di me:
“Perché fa tutto questo glufsplaschsbludublassch?!”.
“Perché sotto c’è la cascata”.
Mi guarda storto. Le cose sono due: non ha sentito, oppure non gli torna la risposta che gli ho dato – e propendo per questa seconda opzione. Poi mi sembra di sentire un “Te l’avevo detto!!” e allora lui desiste dal chiedermi altro.
Ora siamo tutti e quattro in silenzio. Ad ascoltare lo sciabordio forte dell’acqua. Ipnotizzati.
Non mi viene una parola migliore per descriverci. Gli sguardi persi a rincorrere gli spruzzi di quell’acqua marrone, a seguire i vortici che poi scompaiono improvvisamente, inghiottiti da un’onda più forte. È tutto così strano: è meraviglioso e terrificante insieme.
“Guardate laggiù: ci sono tutti gli alberi sommersi!”.
“Ohhhh”.
Nei loro occhi c’è stupore, emozione. E un velo di paura. La vedo benissimo. È perché a star lì, sulla riva dell’Arno in piena, hai la sensazione di essere di fronte a qualcosa che è immensamente più forte di te.
A maggior ragione se sei alto un metro scarso.
“È i’mmare!”.
“No, Gio: è il fiume. È l’Arno. E ora andiamo, dai”
“È tutto pppocco”.
“Sì, c’è tutto il fango. Ora si va. Saluti l’Arno?!”.
“Tì. Ciao i’mmareeeeeeeeee”.

(Visited 72 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Francesca Falagiani

Fiorentina d’importazione. Sono mamma – a tempo quasi pieno – di tre piccirulli. La mia vita è piena e rumorosa. Un po’ un caos! Dicono di me che sono una persona solare e positiva. Sicuramente: sorrido, spesso. Sono laureata in Media e Giornalismo, sto studiando per diventare maestra. E cerco di barcamenarmi tra mille cose, come tutte le mamme. E poi c’è il mio blog SmartMommy (http://www.smartmommy.it/). Per raccontare tutto il bello dell’essere mamma. Il bello anche nella fatica, nell’esaurimento, nello sconforto. Che ci sono – è innegabile – ma sono una parte. Per raccontare che si può fare. E lo si può fare divertendosi.

TESTTTTTTTTT

Elasti al Porto

TESTTTTTTTTTT

Coriandoli ovunque